15 migliori giochi horror per Xbox One per tenerti sveglio di notte

Il bagliore della luna illumina appena la tua stanza attraverso le tende. Sei solo in casa con nient’altro che i tuoi demoni personali a tenerti compagnia. C’è un silenzio imbarazzante, rotto solo dal ritmico fischio di un gufo. Sembra il tipo di notte perfetta per terrorizzarsi, e noi abbiamo una lista dei migliori giochi horror per Xbox One per aiutarvi.

Alcuni potrebbero sostenere che non c’è niente di più spaventoso di un gioco horror efficace. Per testare questa teoria, abbiamo compilato questa lista dei più grandi orrori su Xbox One; veri e propri shockers che dovrebbero lasciarti in paranoia su quali mali ti stanno perseguitando nella tua buia e solitaria dimora. Dai frenetici sparatutto in prima persona ai metodici titoli indie, queste uscite per Xbox One e i giochi retrocompatibili non sono per i deboli di cuore.

Perciò mettete l’atmosfera, abbassate le luci, alzate il suono surround e preparatevi a una serata di paura con questi migliori giochi horror per Xbox One.

Per evitare che uno o due franchise prendano il sopravvento sulla lista, presenteremo solo un gioco per ciascuno. Tenete a mente che tutti questi giochi funzioneranno anche su Xbox Series X | S grazie alla retrocompatibilità.

MIGLIORI GIOCHI HORROR XBOX ONE: Sylvio | State of Decay 2 | Dead by Daylight | Dying Light | Alan Wake | SOMA | Layers of Fear | The Evil Within 2 | Alien: Isolation | Condemned: Criminal Origins | Outlast 2 | Dead Space | Left 4 Dead 2 | Silent Hill 2 | Resident Evil 2 (2019)

Sylvio

Sylvio gioco
Sylvio gioco

Sviluppatore: Stroboskop
Editore: Stroboskop

I fantasmi sono trattati in tutti i modi nei videogiochi. Possono essere sottili guide nei nostri lunghi viaggi o le stesse mostruosità che ci ostacolano. In Sylvio, un titolo horror in prima persona sviluppato dall’indie, sono un po’ entrambe le cose. Il modo in cui si interagisce con loro, tuttavia, è il punto cruciale.

Si gioca nei panni di Juliette Walters, una specialista EVP dotata di un registratore a bobina. Sebbene gli spiriti cattivi ostacolino il compito di Juliette, lei usa anche i loro residui vocali per mettere insieme il suo percorso. Sylvio non è molto rifinito, ma quello che gli manca in stile visivo lo recupera in atmosfera e ingenuità di gioco.

Se non vi dispiace l’horror dal ritmo lento e la grafica last-gen, è uno di quei giochi horror che gli appassionati dovrebbero giocare almeno una volta.

State of Decay 2

State of Decay 2
State of Decay 2

Sviluppatore: Undead Labs
Publisher: Microsoft Studios

L’originale State of Decay aveva bisogno di molto aiuto. Era un concetto divertente rovinato da ambienti insipidi e dalla mancanza di multiplayer. Il sequel fa un ottimo lavoro per correggere questi e altri problemi nel paesaggio rurale pieno di zombie. State of Decay 2 riprende le meccaniche di base e di scambio dei personaggi, ma ci mette un po’ più di lavoro per renderle più strette e meno frustranti da gestire.

I non morti sono persistenti e abbondanti e ci sono pochi momenti di pace nel mondo infestato. Questo aiuta a creare un’esperienza alimentata dalla tensione e dal terrore, mentre si anticipa il peggio ogni volta che si mette piede in una casa o in un edificio abbandonato. Ai livelli più alti, State of Decay 2 si trasforma in un perfetto antistress mentre si falciano e si abbattono orde di zombie.

Dead by Daylight

Dead By Daylight
Dead By Daylight

Sviluppatore: Behavior Interactive
Publisher: Starbreeze Studios

Dead by Daylight presenta un concetto che è diventato popolare in molte recenti esperienze multiplayer competitive/cooperative. Un giocatore prende il controllo di un assassino squilibrato o di un’entità soprannaturale e deve dare la caccia e uccidere quattro prede controllate dal giocatore. Controllare l’uno o l’altro può essere divertente, soprattutto una volta che si imparano le sfumature di ogni cattivo, che includono personaggi DLC come Michael Myers, Leatherface, e un killer dalla faccia di maiale ispirato a Saw.

Come gli umani, i giocatori devono attivare più generatori mentre evitano il loro stalker superpotenziato, creando un teso gioco del gatto col topo che non molla finché non si è morti o liberi. Il gameplay di Dead by Daylight è equamente bilanciato per dare ai sopravvissuti relativamente impotenti una possibilità di fuggire da ogni regno.

Il risultato è un solido multiplayer che è in parti uguali delizioso e terrificante. Non è facile trasformare un gioco multiplayer in un titolo horror efficace, ma Behaviour Interactive ha trovato la formula giusta.

Più spaventi: I migliori film horror moderni del 21° secolo

Dying Light

Giochi horror Xbox One
Dyling Light

Sviluppatore: Techland
Editore: Warner Bros Interactive Entertainment

Immaginate, se volete, che Dead Island e Mirror’s Edge abbiano avuto un figlio. Il prodotto sarebbe probabilmente qualcosa di simile a Dying Light, un’esperienza open-world di uccisione di zombie con un’enfasi sul parkour.

Uno dei migliori aspetti di Dying Light è la sua ambientazione fittizia della città mediterranea di Harran, che offre un sacco di superfici accessibili per correre, saltare e arrampicarsi in caso di necessità. Piuttosto che metterti uno contro uno contro orde di zombie, Dying Light ti incoraggia a correre, soprattutto al calar della notte, quando i veri mostri si aggirano per le strade. Pesanti attacchi in mischia, poche armi da fuoco, abilità uniche e un sistema di crafting e di aggiornamento delle armi completano i tuoi mezzi di sopravvivenza quando devi sfidare i barbari.

Il successo del gameplay e del design generale di Dying Light vi farà anticipare l’uscita del suo sequel, prevista nei prossimi dieci o due anni.

Alan Wake

Rimedio di Alan Wake
Alan Wake

Sviluppatore: Remedy Entertainment
Publisher: Microsoft Studios

Quando lo scrittore torturato Alan Wake porta sua moglie in una casa sul lago nella piccola città di Bright Falls, WA, la loro fuga viene interrotta da un incubo vivente.

Seguito dalle ombre e perseguitato dalla sua stessa psiche, Wake ha solo una risorsa nella sua lotta contro i dannati – la luce. Dotato di una torcia elettrica, l’autore combatte attraverso versioni contorte dei residenti di Bright Falls in uno dei giochi più ossessionanti usciti per Xbox 360. Diamine, supera anche la maggior parte dei giochi usciti su Xbox One.

Le provocazioni che provengono dalle nemesi dell’ombra di Wake non fanno che aumentare il terrore, soprattutto quando si fa di tutto per sfuggir loro per un piccolo lembo di luce. La storia di Alan Wake può diventare un po’ confusa verso la fine, ma è un gioco spaventoso che ha messo in mostra l’abilità di Remedy con l’atmosfera e il tono.

SOMA

SOMA Xbox One
SOMA

Sviluppatore: Frictional Games
Publisher: Frictional Games

Intrappolato sul fondo dell’oceano in una misteriosa struttura di ricerca, i giocatori prendono il controllo di Simon Jarrett mentre ricostruisce gli eventi che hanno portato al suo abbandono in PATHOS-II. Come se essere intrappolati sott’acqua non fosse abbastanza spaventoso, Soma getta mostri e la mancanza di armi nel mix, creando una sensazione di impotenza durante il tempo trascorso nel profondo blu. Al centro, però, i momenti più sorprendenti di SOMA sono psicologici e non i pericoli fisici.

Non c’è alcun senso di sicurezza nel camminare per i corridoi di PATHOS-II, anche se il percorso davanti a noi sembra chiaro. O sei inseguito da qualche mostruosità o sei soggetto a una costante tensione psicologica che ti lascerà sicuramente a mettere in discussione ciò che ti circonda.

SOMA è un gioco solido con una storia forte e intrigante che ti lascerà avvinto ogni secondo trascorso a esplorare i corridoi sommersi e tortuosi della struttura PATHOS-II.

Dalla nostra recensione di Soma:

“SOMA offre un diverso tipo di esperienza di horror psicologico: rifugge dai jump scares in favore di alcune domande approfondite su coscienza, identità, esistenzialismo e intelligenza artificiale. Un mistero fantascientifico raccontato in modo efficace, presentato in modo impressionante e immensamente coinvolgente, SOMA dimostra che vale davvero la pena passare il proprio tempo su Xbox One.”

CASI AGGIUNTIVE: The Best PS4 Horror Games You Should Play (If You Dare)

Layers of Fear

Layers of Fear
Layers of Fear

Developer: Bloober Team
Editore: Bloober Team

Non tutti i giochi horror hanno bisogno di presentare qualche demone mortale o un’orda di creature da incubo. A volte, i mostri che si temono di più possono essere la propria mente. In Layers of Fear, sperimenterete il mondo attraverso la psiche fratturata di un artista che cerca di completare il suo capolavoro.

Finire il suo “magnum opus” si trasforma in un compito difficile quando le allucinazioni della sua vita passata prendono vita. Layers of Fear ha molti percorsi tortuosi mentre ci si immerge nella mente tormentata dell’artista e si apprendono i suoi più profondi e oscuri segreti. Non passa molto tempo prima che ci si renda conto che c’è qualcosa di sinistro all’opera, anche se potrebbe non essere la manifestazione del male che ci si aspetta.

Un mix di orrore psicologico e tragedia ci manda su un giro sulle montagne russe di puzzle complessi, spaventi e immagini inquietanti.

The Evil Within 2

The Evil Within 2 Screenshots
The Evil Within 2

Sviluppatore: Tango Gameworks
Publisher: Bethesda Softworks

Nel gaming, non è raro che un sequel superi l’originale. The Evil Within 2 è un gioco molto più complesso e completo del suo predecessore, lasciandosi alle spalle la linearità in favore di un mondo più aperto e pieno di terrori empi. Il risultato è un’esperienza che è in qualche modo più spaventosa dell’originale, che era già uno dei lavori più terrificanti di Shinji Mikami.

Quando Sebastian Castellanos torna nel misterioso sistema STEM per trovare la figlia che pensava fosse morta, deve affrontare vecchi e nuovi nemici, tra cui un killer squilibrato e una delle entità soprannaturali più spaventose del gioco – il fantasma cantante Anima.

Gioca a The Evil Within 2 e ti promettiamo che non ti toglierai mai dalla testa quella versione ossessiva del Clair de Lune di Claude Debussy.

Dalla nostra recensione di The Evil Within 2:

“Potrebbe aver fatto alcune concessioni di design che potrebbero dissuadere i fan dell’originale, ma The Evil Within 2 è un incubo molto più coinvolgente da cui non vorrete svegliarvi.”

Alien: Isolation

Alien Isolation
Alien Isolation

Sviluppatore: Creative Assembly
Editore: Sega

Quando Creative Assembly ha rivelato che stava lavorando a un gioco survival horror ambientato nell’universo di Alien, c’erano parti uguali di eccitazione e scetticismo. Nell’industria dei videogiochi, Alien non ha avuto la migliore fortuna, ma lo sviluppatore di Horsham, Inghilterra, ha fatto centro. Usando l’imponente dimensione, l’intelligenza e l’implacabilità dello xenomorfo, Creative Assembly ha consegnato un gioco teso dall’inizio alla fine.

Un’apertura piuttosto lenta mette in scena l’incontro finale di Amanda Ripley con lo xenomorfo solitario. Incapace di ucciderlo, l’astuto ingegnere usa gadget fatti a mano per distrarre e attirare il famelico essere in modo da poter raggiungere il suo obiettivo principale – fuggire dalla stazione spaziale Sevastopol e continuare la ricerca di sua madre, Ellen.

Con un intero sistema di sfiati che attraversa la stazione, non si sa mai quando lo xeno si farà vivo. Così come lo si può sentire mentre si muove, può certamente sentirvi e reagire al minimo rumore, anche al bip costante del vostro motion tracker. Tutto questo si combina in un gioco non-stop al cardiopalma che non molla fino ai titoli di coda.

MORE HORROR: I migliori film horror indie che devi guardare

Condemned: Criminal Origins

Condemned Criminal origins
Condemned Criminal origins

Sviluppatore: Monolith Productions
Publisher: Sega

Quando Condemned uscì per la prima volta come titolo di lancio per Xbox 360, non fu accolto da lodi universali, ma con il passare degli anni, un seguito di culto molto più ampio sembrò attaccarsi. Qualunque cosa sia successa al momento del lancio di certo non parla della popolarità del gioco oggi, dato che ha resistito in qualche modo a più di un decennio per diventare un classico che è ancora un titolo divertente, spaventoso e solido.

Il gameplay pesante (e intendiamo letteralmente) si adatta bene all’ambiente grintoso della città fittizia di Metro. Nei panni dell’investigatore dell’unità crimini seriali dell’FBI, Ethan Thomas, i giocatori devono risolvere una serie di omicidi attribuiti all’investigatore. Utilizzando gadget divertenti e un occhio acuto, Thomas cerca indizi che possano scagionare il suo nome. Come si può intuire, non tutto è come sembra e c’è qualcosa di molto più oscuro che bolle in pentola a Metro.

Per sopravvivere nella massa di psicopatici e assassini a sangue freddo, Thomas usa la forza bruta e qualsiasi cosa, dalle padelle ai coltelli da tassidermia. Il peso di ogni colpo può essere la parte migliore di Criminal Origins, ma il gioco riesce anche a dare ai giocatori un bel po’ di paura.

Outlast 2

Outlast 2
Outlast 2

Sviluppatore: Red Barrels
Publisher: Red Barrels

Red Barrels avrebbe potuto prendere la strada più facile con Outlast 2. Avrebbe potuto ritornare all’ambientazione familiare del Mount Massive Asylum e far esplorare ai giocatori un maggior numero di aree del tentacolare ospedale psichiatrico per il piccolo guadagno di una storia leggermente più estesa.

Invece, si è concentrato sulla regione di Coconino County, AZ e su una serie di villaggi coinvolti in culti, religione e follia. Outlast 2 si espande sulla storia presentata nell’originale senza essere una palese ripetizione, anche se il gameplay è molto simile.

Dotati di una telecamera per la visione notturna, i giocatori devono sopravvivere correndo e nascondendosi dai pazzi della regione di Supai. Come molti giochi in cui si è indifesi, Outlast 2 è un’esperienza di tensione totale incorniciata da una storia solida e da un gameplay serrato. Outlast ha preparato il terreno e Outlast 2 ha fatto tutto il possibile con il materiale di partenza per offrire un gioco terribile ma ancora divertente.

Dalla nostra recensione di Outlast 2:

“Outlast 2 è semplicemente uno dei giochi più coinvolgenti. Ti sfida a distogliere lo sguardo, a cedere e a guardare un documentario sui panda rossi, ma se riesci a guardare il mietitore negli occhi e a mettere a dura prova il tuo stomaco, preparati ad essere assolutamente spazzato via.”

Dead Space

Dead Space
Dead Space

Sviluppatore: EA Redwood Shores
Publisher: Electronic Arts

EA ha certamente preso una brutta piega dai tempi di Dead Space, ma almeno avremo sempre questo capolavoro horror per ricordarci dei tempi migliori.

EA Redwood Shores sapeva cosa stava facendo quando ha reinventato il genere survival horror con i necromorfi, una versione extraterrestre degli zombie. I cadaveri umani mutati non possono essere sottomessi solo con una pallottola in testa, però. Hanno bisogno di essere smembrati – e c’è solo un uomo per questo lavoro.

Isaac Clarke potrebbe non aver avuto una voce nell’originale Dead Space, ma aveva la taglierina al plasma, un attrezzo industriale trasformato in arma che è diventato iconico come la Portal Gun, il Crowbar di Half-Life e la lama nascosta dell’Assassino. Dover recidere gli arti aggiunge un senso di urgenza ad ogni incontro, il che aumenta la paura instillata dall’incredibile sound design che porta l’USG Ishimura alla vita.

Non per fare un paragone ovvio, ma Dead Space era il Resident Evil della sua generazione. Non era solo “un altro gioco survival horror”. Era ciò che avrebbe definito il futuro del genere – fino a quando Capcom non ha spinto la serie Resident Evil in una direzione orientata all’azione.

Left 4 Dead 2

Left 4 Dead 2
Left 4 Dead 2

Sviluppatore: Valve Corporation
Publisher: Valve Corporation

Come abbiamo detto, horror e multiplayer non sempre vanno d’accordo. Si può facilmente perdere quella sensazione di isolamento che rende spaventosi molti giochi horror. In Left 4 Dead 2, le ondate di zombie implacabili sono altrettanto terrificanti quanto l’essere perseguitati da una bestia strisciante, anche se si combatte con altri tre giocatori al proprio fianco.

Left 4 Dead 2 non è stato molto attento all’atmosfera perché sapeva che i giocatori sarebbero stati troppo distratti per prestarvi attenzione, ma questo non significa che non ci siano quei momenti che si temono. La prima volta che si sente il grido di una Strega è inquietante e ti fa ripensare alla tua strategia “corri e spara” solo per un momento. Poi un cacciatore si precipita verso di te e getti al vento ogni cautela.

Anche dopo quasi un decennio, Left 4 Dead 2 è ancora in grado di resistere all’ondata di sparatutto zombie che sono emersi da allora.

Silent Hill 2

Silent Hill 2
Silent Hill 2

Sviluppatore: Konami Computer Entertainment Tokyo
Publisher: Konami

Il primo Silent Hill era un gioco solido, ma è stato il suo sequel che ha davvero aiutato la serie a fiorire. Da una storia più solida e straziante a una varietà più memorabile di mostri contorti, l’esperienza complessiva ha semplicemente risuonato meglio con gli appassionati di survival horror. Silent Hill 2, disponibile su Xbox One tramite la HD Collection, ha dato più vita alla città, concentrandosi su alcuni dei retroscena che sono diventati parte della lunga tradizione. Mentre cerca di rintracciare Mary, si imbatte in altre persone intrappolate nell’incubo che è la città del nord-est e si scontra con mostruosità grottesche come l’iconica Pyramid Head e le infermiere. È in Silent Hill 2 che è più chiaro che i mostri sono simbolo di qualcosa, come il senso di colpa e la frustrazione sessuale di James.

Questo è il primo gioco a mostrare davvero quanto Silent Hill (la città e la serie) sia incasinata ed è il migliore a farlo.

Resident Evil 2 (2019)

Resident Evil 2 remake 10
Resident Evil 2

Developer: Capcom
Publisher: Capcom

Anche quando abbiamo la maggior parte della serie Resident Evil tra cui scegliere, il remake 2019 di Resident Evil 2 esce ancora in cima come uno dei migliori giochi horror per Xbox One. Capcom ha eccelso nel creare un gioco atmosferico e teso dall’inizio alla fine.

I giocatori che hanno bisogno di pause frequenti tra gli spaventi scopriranno che Resident Evil 2 non fa per loro, soprattutto quando un certo demone dai piedi pesanti irrompe sulla scena. Il remake è una delizia visiva e uditiva per i fan dell’horror che farà risparmiare spesso sia i novizi che gli esperti del genere.

Se siete preoccupati di giocare a quello che equivale a poco più di un rifacimento graficamente migliorato dell’originale del 1998, Capcom ha completamente ripensato il gioco da zero. Ci possono essere parallelismi nella storia tra i due, ma la versione 2019 sembra, si sente e si gioca come un gioco completamente diverso. I momenti iconici non sono stati tralasciati, ma sono stati rielaborati in modo tale che, anche se si è cresciuti giocando all’originale, sono ancora più scioccanti di prima.

C’è molto da apprezzare in Resident Evil 2 ed è l’iterazione perfetta per accogliere una nuova generazione di fan di Resident Evil.

Dalla nostra recensione di Resident Evil 2:

“Resident Evil 2 è, molto semplicemente, uno dei migliori remake di tutti i tempi. Capcom ha azzeccato la sua nuova visione di un classico, proprio come ha fatto nel 2002, modernizzando un gioco vecchio di decenni per farlo sembrare qualcosa di completamente nuovo. Sia che vogliate fare un viaggio sul viale dei ricordi o che stiate semplicemente sperimentando la sconcertante decadenza della stazione di polizia per la prima volta, Resident Evil 2 è il primo acquisto essenziale del 2019.”

Leggi il prossimo: I migliori giochi open world per Xbox One

Alcune delle coperture che trovate su Cultured Vultures contengono link di affiliazione, che ci forniscono piccole commissioni in base agli acquisti effettuati visitando il nostro sito. Copriamo notizie di gioco, recensioni di film, wrestling e molto altro ancora.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *