7 passi per riparare un’Aloe Vera appassita

L’Aloe vera, comunemente conosciuta come Aloe Medica o Aloe delle Barbados, è diventata incredibilmente popolare. Tradizionalmente, è conosciuta per i suoi benefici topici, compresa la guarigione delle ferite e il suo uso per mantenere la pelle idratata e protetta. L’aloe vera è usata in numerosi prodotti di bellezza come additivo per il suo contenuto di vitamine e acemannano. Tuttavia, le sue proprietà nutrizionali fanno di questa pianta un superalimento vivente.

È una pianta molto facile da curare, il che la rende un punto fermo in molte case. Queste piante succulente sono note per la loro capacità di prosperare praticamente in qualsiasi condizione, in quanto crescono ugualmente bene sia all’interno che all’esterno con una cura minima. Non tollera il freddo invernale e cresce all’aperto tutto l’anno solo nelle zone secche 9 e 11 dell’USDA. Troppa acqua fa sì che le radici soffochino e alla fine marciscano ed è la causa principale dell’appassimento. Riconoscere prontamente i segni dell’appassimento e individuarne le cause permette di salvare un’Aloe vera in difficoltà.

Step 1

Inserisci il dito nel terreno e controlla l’umidità del suolo. Se il terreno è umido, l’eccesso d’acqua è la probabile causa dell’appassimento.

Photo via reddit.com

Step 2

Sollevare l’Aloe vera dal suo vaso. Spazzola delicatamente il terreno dalle radici in modo da poter vedere quanto più possibile il sistema radicale. Non sciacquare le radici con acqua.

Step 3

Esamina la corona dell’Aloe vera, dove le foglie emergono dal sistema radicale. Se la corona è morbida e appare marcia, e se c’è un odore sgradevole nella regione, la pianta soffre di marciume estremo e potrebbe non sopravvivere. Se la chioma sembra ancora sana, è possibile salvarla.

Step 4

Taglia tutte le radici morbide e marce dalla zolla con delle cesoie pulite. Evita di tagliare le radici sane.

Step 5

Riempi un vaso pulito con terriccio. Se riutilizzi il vaso originale, sciacqualo prima in una soluzione di una parte di candeggina e nove parti di acqua per uccidere eventuali agenti patogeni.

Step 6

Riposiziona l’Aloe vera nel terreno fresco alla stessa profondità a cui stava crescendo precedentemente. Innaffia leggermente il terriccio, ma non usare abbastanza acqua da farla gocciolare dai fori di drenaggio sul fondo del vaso.

Step 7

Riprendi l’irrigazione regolare quando la pianta si riprende. Innaffia l’Aloe vera sana quando il terreno si asciuga, per tutta la profondità del vaso, e svuota subito l’acqua stagnante dal gocciolatoio.

Suggerimenti

Le temperature inferiori a 10°C possono anche danneggiare l’Aloe vera e causare l’avvizzimento. Porta i vasi esterni all’interno prima che le temperature scendano in autunno ed evita di mettere le piante da interno in stanze fredde o vicino a finestre con correnti d’aria.

L’aloe vera può talvolta appassire perché ha bisogno di acqua. Se il terreno è completamente asciutto e la pianta non mostra sintomi di marciume, annaffiala immediatamente. Il fogliame di solito si ravviva in un giorno o due.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *