Alimentazione del cucciolo dalla nascita allo svezzamento

Durante le prime fasi della sua vita, un cucciolo vivrà con la madre e i fratelli. Durante questo periodo non avrà bisogno di mangiare cibi solidi, ma si nutrirà del latte della madre. È a questo punto che il cucciolo inizierà a sviluppare i propri sensi, che a loro volta lo aiuteranno a cercare il nutrimento. Inizialmente il cucciolo svilupperà un senso dell’olfatto che lo aiuterà a trovare la strada verso il seno della madre, che riconoscerà istintivamente come fonte di nutrimento.

In questo primo periodo, la madre si prende cura dei suoi cuccioli tenendoli al caldo con il suo corpo e leccandoli. I cuccioli hanno bisogno di cibo e calore, quindi quando la madre si allontana temporaneamente da loro, si raggruppano per compensare la perdita di calore che la sua pelliccia fornisce.

Anche il contatto umano è importante in questo primo periodo, in quanto i cuccioli si abituano alla presenza dell’uomo.

Presto i cuccioli saranno pronti per iniziare lo svezzamento, che significa passare per la prima volta ai cibi solidi.

I cuccioli nascono con pochissima immunità naturale e non la svilupperanno completamente fino a circa 16 settimane di età. Il colostro, un latte ricco di sostanze nutritive che la mamma produce per i primi giorni dopo la nascita, contiene immunoglobuline che li proteggono da potenziali malattie mentre il loro sistema immunitario si sviluppa.

Purtroppo, questo trasferimento di immunità vitale dalla mamma a volte è scarso, e quindi i cuccioli possono essere a rischio fino a quando la loro difesa immunitaria non si attiva. Questo periodo nello sviluppo di un cucciolo è noto come “gap immunitario”. Durante questo periodo, i cuccioli possono essere più vulnerabili alle infezioni.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *