Aum Shinrikyo

Questa pubblicazione è stata archiviata.

Introduzione

Aum Shinrikyo, conosciuta anche come Aum e Aleph, è una setta giapponese che combina principi del buddismo, dell’induismo ed è ossessionata dall’apocalisse. Il gruppo ha fatto notizia in tutto il mondo nel 1995 quando i membri hanno effettuato un attacco chimico nella metropolitana di Tokyo. Un agente nervino, il sarin, è stato rilasciato sui vagoni del treno, uccidendo dodici persone e causando un numero stimato di seimila persone che hanno cercato assistenza medica, secondo il Rapporto Paese 2010 del Dipartimento di Stato americano. Aum Shinrikyo è elencata come organizzazione terroristica a causa dell’attacco del 1995 e per i precedenti tentativi di effettuare attacchi biologici e chimici. Il gruppo si è diviso in due fazioni nel 2007 a causa di attriti interni sui tentativi di moderare le credenze religiose del culto e migliorare la sua immagine pubblica. Nonostante anni di inattività, entrambi i gruppi rimangono sotto sorveglianza da parte delle autorità giapponesi. La maggior parte degli attuali 1.500 membri di Aum vive in Giappone mentre circa trecento risiedono in Russia, dice il Dipartimento di Stato. Le indagini sull’attacco del 1995 sono rimaste fredde fino al 2012, quando i tre fuggitivi rimasti sono stati rintracciati e arrestati, chiudendo finalmente il capitolo del peggiore attacco terroristico nella storia del Giappone.

Dottrina della Aum Shinrikyo

Al centro del credo del gruppo c’è la venerazione per Shoko Asahara, fondatore della Aum, che dice di essere il primo “illuminato” dopo Buddha. Asahara predicava che la fine del mondo era vicina e che i seguaci di Aum sarebbero stati gli unici a sopravvivere all’apocalisse, che lui prevedeva sarebbe avvenuta nel 1996 o tra il 1999 e il 2003. Asahara ha affermato che gli Stati Uniti avrebbero accelerato l’Armageddon iniziando la terza guerra mondiale con il Giappone. Aum ha accumulato grandi ricchezze gestendo imprese elettroniche e ristoranti, oltre a richiedere ai membri di firmare le loro proprietà al gruppo. Aum reclutava giovani e intelligenti studenti universitari e laureati, spesso provenienti da famiglie elitarie, che cercavano un’esistenza più significativa, secondo un profilo del New York Times del gruppo. Al tempo dell’attacco alla metropolitana del 1995, il gruppo sosteneva di avere circa quarantamila membri in tutto il mondo, con sedi negli Stati Uniti, in Russia e in Giappone, secondo il Dipartimento di Stato.

Altro dai nostri esperti

Il gruppo è stato guidato da due uomini carismatici, ma ha subito una scissione che sembrava debilitarlo nel 2003. Da allora, non è chiaro se il culto segue una leadership disciplinata di qualsiasi tipo. Ecco uno sguardo ai due uomini che hanno guidato il gruppo negli anni ’90 e nella prima parte di questo secolo:

Più su:

Terrorismo e antiterrorismo

Giappone

  • Shoko Asahara, fondatore e leader spirituale di Aum, è in attesa di esecuzione per il suo ruolo nella pianificazione dell’attacco del 1995. È nato Chizuo Matsumoto nel 1955 in una zona remota del Giappone meridionale e ha frequentato una scuola per ciechi a causa della sua vista gravemente compromessa. Dopo aver fallito l’ammissione all’università, Asahara ha studiato medicina cinese e ha sposato una laureata, che sarebbe poi diventata un alto leader di Aum. Asahara viaggiò sull’Himalaya nel 1987 per studiare gli insegnamenti buddisti e indù, dove incontrò diversi importanti leader religiosi, tra cui il Dalai Lama, e studiò yoga. Asahara, che si sforzava “di conquistare il Giappone e poi il mondo”, secondo il Dipartimento di Stato, fu arrestato nel maggio 1995 per il suo ruolo nell’attacco alla metropolitana. Il suo processo è durato otto anni, dal 1996 al 2004, quando è stato condannato a morte. Le vie d’appello di Asahara sono state esaurite nel 2006.
  • Fumihiro Joyu, un ex ingegnere che era a capo delle operazioni di Aum a Mosca, è succeduto ad Asahara. Come leader di Aum, mirava ad allontanare il gruppo dalla sua storia violenta e verso le sue radici spirituali per convincere i giapponesi che il gruppo non era più una minaccia per la società. Nonostante la revisione dell’immagine, che includeva il cambiamento del nome in Aleph, le autorità giapponesi non accettarono una Aum rifatta. Joyu si dimise da leader del gruppo nel 2003 a causa di attriti interni sul fatto che il gruppo avrebbe continuato a venerare Asahara, istituendo ufficialmente una propaggine, Hikari no Wa, nel 2007. Non è chiaro chi sostituì Joyu come leader di Aleph nel 2007.

L’attacco al Sarin del 1995

Durante l’ora di punta mattutina su uno dei sistemi di pendolari più trafficati del mondo, i membri di Aum misero una forma liquida di sarin, strettamente contenuta in pacchetti fatti per sembrare scatole per il pranzo o bevande in bottiglia, su cinque vagoni di tre linee separate della metropolitana che convergevano alla stazione Kasumigaseki, dove si trovano diversi ministeri del governo. Gli autori hanno forato i pacchetti con degli ombrelli e li hanno lasciati nei vagoni della metropolitana e nelle stazioni, dove hanno iniziato a perdere un liquido denso. I testimoni hanno detto che gli ingressi della metropolitana assomigliavano a campi di battaglia, mentre i pendolari feriti giacevano a terra ansimanti con il sangue che sgorgava dal naso o dalla bocca. Dodici membri di Aum, compresa la fondatrice Shoko Asahara, sono stati condannati a morte per l’attacco alla metropolitana. La caccia all’uomo più lunga del Giappone si è finalmente conclusa il 15 giugno 2012 con l’arresto di Katsuya Takahashi, ex guardia del corpo di Asahara. È stato rintracciato in seguito all’arresto di altri due fuggitivi associati all’attacco, chiudendo ufficialmente il caso.

Daily News Brief

Un riassunto degli sviluppi delle notizie globali con l’analisi di CFR consegnato nella tua casella di posta ogni mattina. La maggior parte dei giorni feriali.

L’attacco del 1995 è stato il più grave attacco terroristico nella storia moderna del Giappone, causando un’enorme distruzione e una paura diffusa in una società che è praticamente priva di criminalità. Ma l’attacco alla metropolitana ha anche mostrato al mondo quanto sia facile per una piccola setta o un gruppo di terroristi con mezzi limitati impegnarsi in una guerra chimica. Ha illustrato che i gruppi non affiliati a stati canaglia rappresentano un grande rischio per la sicurezza nazionale. Il Sarin, che è disponibile sia in forma liquida che gassosa, è un agente nervino altamente tossico e volatile che gli scienziati nazisti hanno sviluppato negli anni ’30. Gli esperti di armi chimiche dicono che il gas sarin è cinquecento volte più tossico del cianuro. Anche se il sarin è molto complesso e pericoloso da produrre, gli esperti dicono che il gas può essere prodotto da un chimico addestrato con prodotti chimici disponibili al pubblico.

Altri attacchi

Già cinque anni prima dell’attacco alla metropolitana del marzo 1995, il gruppo ha tentato di portare a termine almeno nove assalti biologici – tutti falliti – secondo un’indagine del New York Times del 1998. Originariamente, Aum aveva pianificato di massacrare i cittadini spruzzando botulino, il veleno naturale più letale per l’uomo, da edifici e furgoni modificati. Il team di giovani scienziati di Aum coltivava e sperimentava tossine biologiche, tra cui botulino, antrace, colera e febbre Q. Il passaggio alle armi chimiche avvenne dopo il fallimento degli attacchi biologici. Le indagini e i raid dopo l’attacco alla metropolitana hanno mostrato che Aum era capace di produrre migliaia di chilogrammi di sarin all’anno, secondo il Center for Disease Control (CDC). La setta aveva anche acquistato un elicottero militare russo che avrebbe potuto essere usato per distribuire il gas, ha detto la polizia.

I complotti iniziali non sono riusciti a produrre il caos mortale che Aum voleva, anche se un incidente nel giugno 1993 in cui spore di antrace furono rilasciate da un edificio di Tokyo causò un odore sgradevole oltre alla morte di alcuni uccelli, piante e animali domestici. Secondo il CDC, Aum inviò una squadra d’inchiesta in Zaire per studiare e raccogliere campioni del virus Ebola nel 1993. Secondo il New York Times, Aum avrebbe spruzzato alcuni dei lotti falliti di armi biologiche nelle aree circostanti le basi militari statunitensi nei primi tentativi che riguardavano il botulino. Dopo l’attacco alla metropolitana, il Dipartimento di Stato dice che le autorità giapponesi hanno indagato nuovamente e hanno trovato Aum responsabile di un misterioso attacco – che poi si è rivelato essere sarin – in un quartiere residenziale nel 1994 che ha ucciso sette persone e ne ha ferite più di cento.

Altro dai nostri esperti

Funzionari russi hanno arrestato diversi seguaci di Aum nel 2001 per aver pianificato di bombardare il palazzo imperiale in Giappone come parte di un elaborato tentativo di liberare Asahara.

Altro su:

Terrorismo e antiterrorismo

Giappone

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *