Autoassicurazione

Cos’è l’autoassicurazione?

L’autoassicurazione è una tecnica di gestione del rischio in cui un’azienda o un individuo mette da parte un pool di denaro da utilizzare per rimediare a una perdita imprevista. Teoricamente, ci si può auto-assicurare contro qualsiasi tipo di danno (come un’inondazione o un incendio). In pratica, però, la maggior parte delle persone sceglie di acquistare un’assicurazione contro perdite potenzialmente significative e poco frequenti.

Capire l’auto-assicurazione

Auto-assicurarsi contro certe perdite può essere più economico che comprare un’assicurazione da terzi. Più la perdita è prevedibile e piccola, più è probabile che un individuo o un’azienda scelga di autoassicurarsi. Per esempio, alcuni inquilini preferiscono autoassicurarsi piuttosto che acquistare un’assicurazione per gli affittuari per proteggere i loro beni in affitto.

  • Se non avete debiti e una considerevole quantità di beni, potreste considerare di autoassicurarvi per l’assicurazione sulla vita.

L’idea è che, poiché la compagnia di assicurazione mira a realizzare un profitto facendo pagare i premi in eccesso rispetto alle perdite previste, una persona auto-assicurata dovrebbe essere in grado di risparmiare semplicemente mettendo da parte il denaro che sarebbe stato pagato come premi assicurativi. Ma è fondamentale accumulare e mettere da parte abbastanza fondi per coprire voi, la vostra famiglia e i vostri beni se si verifica un incidente o una catastrofe naturale.

Punti chiave

  • La maggior parte delle persone decide di acquistare una qualche forma di assicurazione auto e sanitaria da una compagnia assicurativa piuttosto che autoassicurarsi contro incidenti d’auto o malattie gravi.
  • La maggior parte degli stati, ad eccezione di due, richiedono legalmente di avere un’assicurazione auto o di portare un’obbligazione per coprire i danni.
  • L’Affordable Care Act richiede che ogni americano abbia una qualche forma di assicurazione sanitaria, ma non c’è più una penale associata ad essa.

Esempio del metodo dell’autoassicurazione

Per esempio, i proprietari di un edificio situato in cima a una collina adiacente a una pianura alluvionale possono scegliere di non pagare i costosi premi annuali per l’assicurazione contro le inondazioni. Invece, scelgono di mettere da parte i soldi per le riparazioni dell’edificio se nel caso relativamente improbabile che le acque dell’inondazione salgano abbastanza da danneggiare il loro edificio. Se questo accadesse, i proprietari sarebbero responsabili di pagare di tasca propria per i danni causati da un disastro naturale, come un’inondazione.

Similmente, una piccola impresa con due dipendenti può scegliere di non pagare i premi di assicurazione sanitaria per loro. Invece li auto-assicurerà. Questo piano prenderà generalmente la forma di un trust. Invece di una compagnia di assicurazione che gestisce l’investimento e i ritorni dei premi, il datore di lavoro diventa responsabile del compito.

Pro e contro del metodo auto-assicurato

Quando una persona decide di auto-assicurarsi, corre il rischio di non avere abbastanza soldi per coprire i danni o le cure mediche. Gli esperti raccomandano di portare sempre una forma di assicurazione auto, anche se si vive nei due stati che non la richiedono (Virginia e New Hampshire), l’assicurazione sulla vostra casa, e l’assicurazione medica per voi e la vostra famiglia.

È possibile portare un’obbligazione invece dell’assicurazione auto in alcuni stati, ma si è ancora finanziariamente responsabili se si è in un incidente, soprattutto se si è trovato in colpa. Pagare l’assicurazione è una rete di sicurezza per voi, i vostri beni e la vostra famiglia. Se si sceglie di auto-assicurarsi, si può risparmiare denaro nel corso degli anni. Il rovescio della medaglia? Dovete essere disposti a impegnarvi a risparmiare molti soldi per proteggervi dalle emergenze, come incendi, inondazioni, incidenti e persino la morte.

Nella sua forma originale, l’Affordable Care Act (ACA) ha imposto sanzioni per gli individui e le piccole imprese che non erano assicurati. Secondo alcuni rapporti, questo ha portato a un aumento del numero di imprese auto-assicurate. Le principali compagnie di assicurazione hanno anche iniziato a offrire meccanismi di finanziamento alternativi per l’assicurazione. Per esempio, uno di questi piani prevede un’assicurazione di riserva per arginare le perdite dovute ai sinistri. A partire dall’anno di piano 2019, le persone senza assicurazione sanitaria non devono pagare un “pagamento di responsabilità condivisa”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *