Bigger Really Is Better

Secondo un recente sondaggio, più dell’85% degli appaltatori e degli istruttori elettrici non userà altro che cavi in rame 12 AWG nelle proprie case. Poiché le richieste elettriche residenziali continuano a crescere, questo riflette un importante spostamento dalle abitudini di cablaggio 14 AWG delle generazioni precedenti.

Il rame è la scelta

E, 19 su 20 di questi professionisti userebbero solo cablaggi in rame per circuiti di derivazione dedicati, come i percorsi per unità HVAC, cucine e asciugatrici. Dalla debacle dei cablaggi in alluminio degli anni ’70, il metallo bianco sta lentamente riapparendo per queste applicazioni. Tuttavia, quando si tratta delle proprie installazioni, gli elettricisti scelgono quasi invariabilmente il rame, e i conduttori di rame sono la loro unica considerazione per i rami tipici.

12-Gauge Preferred

In un sondaggio identico, quattro su cinque ispettori elettrici e ingegneri hanno anche detto che userebbero il più grasso filo di calibro 12 nelle loro case, con solo il 15 per cento che permette 14 AWG per applicazioni di carico leggero limitato. Le ragioni principali citate da tutti i gruppi per questa risposta schiacciante sono state:

  • Sicurezza (problemi di surriscaldamento e rischio di incendio).
  • Capacità (numero di prese e dimensioni degli apparecchi su un ramo).
  • Numero ridotto di rami.
  • Caduta di tensione (per minimizzare la perdita di tensione legata alla lunghezza del cablaggio dall’interruttore).
  • Espansione futura (la flessibilità di aggiungere ulteriori prese o apparecchi a un ramo).

I risultati sono venuti da indagini condotte dalla Copper Development Association tra il 2006 e il 2007 tra i partecipanti alla convention dell’Associazione internazionale degli ispettori elettrici (IAEI), il National Joint Apprenticeship and Training Committee (NJATC) e la National Electrical Contractors Association (NECA).

Gli ispettori elettrici sono stati particolarmente enfatici sull’uso del rame di diametro maggiore, affermando di aver visto “troppi circuiti sovraccarichi”. Altri commenti hanno sottolineato una migliore qualità dell’alimentazione, la capacità di gestire carichi di corrente fino a 20 ampere (piuttosto che il limite di 15 ampere del calibro 14), la possibilità di carichi temporaneamente pesanti come l’illuminazione delle vacanze, meno necessità di preoccuparsi della lunghezza del circuito e la conseguente riduzione della tensione, e perché c’è “troppo nuovo nei requisiti di potenza.”

Rame vs. Alluminio

Quando è stato chiesto di scegliere rame o alluminio per rami con carichi pesanti, il rame è stato il vincitore a mani basse – 19 su 20 userebbero solo rame per cucine, asciugatrici e sistemi HVAC; solo il 2% preferisce l’alluminio. E l’85% di tutti coloro che hanno risposto al sondaggio userebbero il rame per i loro alimentatori d’ingresso.


I pro usano meno prese per derivazione

In un sondaggio del 1999, gli intervistati della IAEI hanno riferito che le loro giurisdizioni consentono in media 8.4 prese per circuito usando 14 AWG, mentre 10 prese per circuito erano permesse con 12 AWG. Anche se gli ispettori elettrici e gli ingegneri hanno sottolineato il vantaggio di poter usare più prese per ramo, le loro scelte personali sono più conservative. Qui, di nuovo, entrano in gioco le preoccupazioni per la sicurezza, con la loro personale assegnazione di prese per circuito al di sotto della pratica tipica degli appaltatori. Per le ristrutturazioni o le nuove installazioni, ecco il numero di prese di corrente che i professionisti userebbero su un circuito derivato:

Fonte: CDA – IAEI Surveys

Per ovvie ragioni, la dotazione di prese quando si usa un cablaggio 12 AWG può essere maggiore di quella dei circuiti 14 AWG. Va notato che più del 70 per cento degli ispettori e degli ingegneri ha detto che non userebbe il filo da 14 in una cucina o in un bagno, e circa il 30 per cento ha detto che non lo userebbe per circuiti di camere da letto, camere familiari o uffici domestici.

Il rame fa più luce

Quando si tratta di prese di illuminazione, circa il 20 per cento ha detto che non userebbe mai il filo da 14 AWG per qualsiasi applicazione di illuminazione. Tuttavia, tra coloro che lo prenderebbero in considerazione per l’illuminazione, i loro numeri erano similmente proporzionali al loro uso di prese di corrente – di nuovo, maggiori capacità utilizzando 12 AWG:

Fonte: CDA – Indagini IAEI

Più circuiti per le esigenze future

Le indagini hanno mostrato anche che i professionisti avrebbero eseguito una media di quattro circuiti per le loro cucine e quattro per l’esterno della casa per le prese esterne. Ancora una volta, un riconoscimento del numero sempre crescente di elettrodomestici e applicazioni che richiedono sempre più potenza.

Pensieri finali

I risultati più importanti del sondaggio sono che il rame è il conduttore preferito per tutte le applicazioni. E, sia per le prese che per l’illuminazione, il rame 12 AWG per tutti i cablaggi di derivazione è la preferenza dei professionisti. Per loro, significa capacità, flessibilità, sicurezza e tranquillità – sia per l’installatore che per gli occupanti.

Considerate, inoltre, che il filo di rame da 12 ha meno resistenza di quello da 14 e, quindi, scorre più freddo (il principio I 2R). Questo significa meno energia sprecata come calore, il che significa un’installazione più ecologica, per sempre.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *