Che cosa ha inventato James Naismith? Quale sport

Tabella del contenuto

Quando pensiamo agli inventori possiamo pensare a Benjamin Franklin e all’invenzione dell’elettricità. Molti di noi hanno sentito il nome di James Naismith ma non sono del tutto sicuri di cosa abbia inventato.

Cosa ha inventato James Naismith? James Naismith inventò il gioco che noi chiamiamo basket nel 1891 mentre lavorava come istruttore di educazione fisica alla YMCA di Springfield Massachusetts. Naismith fu incaricato dal suo superiore di creare un gioco per tenere occupati gli studenti durante le lezioni. Esaminando diversi sport, ha inventato il gioco del basket.

Naismith, il padre fondatore di questo sport, è apparso sul giornale locale con una serie di regole da lui create per il basket. Divenne immediatamente estremamente popolare e si diffuse a livello nazionale.

Se vuoi saltare su Amazon e cliccare per vedere la migliore attrezzatura da basket ad un prezzo accessibile clicca qui!

Chi era James Naismith?

James Naismith nacque il 6 novembre 1861 ad Almonte Ontario, Canada. Da giovane, Naismith si divertiva a praticare vari sport come il calcio, la ginnastica e il wrestling. Gli piaceva di più la ginnastica e la lotta soprattutto quando insegnava, perché sentiva che era la cosa migliore per costruire la forza fisica e la potenza per i giovani ragazzi.

Naismith che aveva 30 anni prese un lavoro alla International YMCA Training School a Springfield Massachuttes. Il suo lavoro consisteva nell’addestrare gli istruttori che alla fine sarebbero stati collocati nelle sedi YMCA di tutti gli Stati Uniti.

Fatto veloce: la YMCA sta per Young Men’s Christian Association ed è stata fondata il 6 giugno 1844 a Londra, in Inghilterra.

Un giorno a Naismith fu chiesto dal suo superiore di inventare un gioco per occupare gli studenti durante le lezioni perché faceva troppo freddo per andare all’aperto a fare attività. Naismith sentiva di dover creare qualcosa di veramente buono perché era sotto pressione per farlo.

Naismith esaminò altri sport come il calcio e il rugby e anche se gli sport portano a creare il gioco che conosciamo come il basket. È diventato un successo immediato e ha preso piede rapidamente, dato che i giornalisti ne scrivevano già sui giornali entro un anno dalla sua nascita.

Anche se non nella forma esatta in cui è oggi, era certamente diverso allora e nel corso del secolo il gioco ha fatto numerosi cambiamenti e questi cambiamenti hanno reso il basket quello che è oggi. Che per me è lo sport più divertente del mondo, la mia opinione di parte.

Naismith era un uomo umile e molte invenzioni, soprattutto allora, vanno sotto il nome della persona. In questo caso, molte persone pensavano che il gioco dovesse essere chiamato Naismith Ball. A Naismith non piacque e rimase fedele alla pallacanestro.

Come si giocava a basket allora?

Il basket era diverso a quei tempi, Naismith aveva 18 studenti in classe e creò il gioco basandosi su quel numero di studenti. Divise le squadre in due squadre uguali con 9 su ogni lato.

Il gioco era molto diverso allora, la palestra che costituiva il campo era molto piccola e il gioco non aveva palleggi o passi che si potevano fare. Si usavano cesti di rete di pesca come canestri e un pallone da calcio per cercare di segnare nei canestri di pesca.

Pensate a quando avete toccato per la prima volta un pallone da basket e avete provato a tirarlo nel canestro quanto eravate terribili, io me lo ricordo e non potevo immaginare quanto fosse difficile tirare con un pallone da calcio e un canestro di pesca che probabilmente era più piccolo del canestro che vediamo oggi.

Quando un giocatore segnava, qualcuno doveva recuperare la palla dalla rete perché non c’era un buco sul fondo del cesto di pesche. La palla doveva essere recuperata dal cesto usando una scala per farlo. Alla fine, qualcuno si rese conto che si poteva fare un piccolo buco sul fondo del cesto e bastava usare un manico di scopa per far uscire la palla dal canestro dal fondo.

Alla fine, sono sicuro che hanno avuto un momento alla Einstein e hanno tagliato tutto il fondo del cesto di pesca in modo che ogni volta che qualcuno tirava la palla nel canestro questa cadeva proprio attraverso.

Le regole del basket secondo Naismith

James Naismith creò 13 regole per il gioco del basket quando fu inventato. Immagino che ci siano stati alcuni tentativi ed errori durante il primo paio di volte che il gioco è stato giocato. Le 13 regole furono pubblicate sul giornale per spiegare ulteriormente il gioco e come veniva giocato. Questo è quello che c’era scritto nel giornale.

BASKETBALL

Un nuovo gioco popolare

Instead Of Kicking The Ball Toss It

Instead Of Kicking a Goal, Lanciala

Invece di “Downs” tieni la palla in alto

Come il calcio richiede “Gioco di squadra”, “Tackling”,

“Bloccare” e “Passare”.” La pallacanestro può essere giocata

all’aperto o al chiuso da piccole o grandi

squadre. È interessante per giocatori e spettatori.

Invia dieci centesimi per un opuscolo descrittivo contenente

regole, ecc. alla TRIANGLE PUBLISHING CO,

Springfield, Mass.

L’annuncio di cui sopra è apparso sul Triangle, Volume 1 Numero 7, Settembre 1892, la pubblicazione ufficiale dello Springfield College, Springfield, Massachusetts.

Potevo solo immaginare prima che le regole fossero stabilite la quantità di discussioni che devono aver avuto luogo, come i falli che si vedono oggi.

Qui c’è quello che potreste aver ricevuto per quei 10 centesimi di tempo fa, quando avete ordinato la vostra copia di come si gioca. Questo fu anche pubblicato più tardi sul giornale come articolo nel Triangolo.

(Non possiedo i diritti di questo articolo, questo è solo a scopo educativo),

Presentiamo ai nostri lettori un nuovo gioco di palla, che sembra avere quegli elementi in esso che dovrebbero renderlo popolare tra le Associazioni. Riempie lo stesso posto nella palestra che il calcio occupa nel campo d’atletica. Qualsiasi numero di uomini può giocare, e ognuno ottiene un sacco di esercizio; allo stesso tempo, richiede giudizio fisico, e coordinazione di ogni muscolo, e dà uno sviluppo a tutto tondo. Può essere giocato da squadre di diverse associazioni, combina l’abilità con il coraggio e l’agilità, in modo che vinca la squadra migliore.

Il terreno è il pavimento della palestra liberato dall’apparecchio (può essere spinto dietro le linee laterali), anche se potrebbe essere giocato all’aria aperta, in un picnic, ecc. Quando c’è una pista da corsa intorno alla palestra, il terreno potrebbe essere segnato proprio sotto la pista, e i canestri appesi, uno ad ogni estremità sulla ringhiera. Tutto ciò che si trova al di fuori di questa linea è quindi fuori dal campo. Quando non c’è una pista da corsa, le estremità possono essere liberate dagli apparecchi. Al di là di queste linee sarebbe fuori limite.

Le porte sono un paio di cesti o scatole di circa 15 pollici di diametro attraverso l’apertura, e circa 15 pollici di profondità. Questi sono sospesi a 10 piedi dal pavimento. Lo scopo del gioco è quello di mettere la palla nella porta dell’avversario. Questo può essere fatto lanciando la palla da qualsiasi parte del terreno, con una o entrambe le mani, alle seguenti condizioni e regole:

Dr. James Naismith’s Original 13 Rules of Basketball

1. La palla può essere lanciata in qualsiasi direzione con una o entrambe le mani.

2. La palla può essere battuta in qualsiasi direzione con una o entrambe le mani (mai con il pugno).

3. Un giocatore non può correre con la palla. Il giocatore deve lanciarla dal punto in cui l’ha presa, una tolleranza deve essere fatta per un uomo che prende la palla mentre corre ad una buona velocità se cerca di fermarsi.

4. La palla deve essere tenuta in o tra le mani; le braccia o il corpo non devono essere usati per tenerla.

5. Non è permesso spingere, trattenere, spingere, far inciampare o colpire in qualsiasi modo la persona di un avversario; la prima infrazione di questa regola da parte di qualsiasi giocatore sarà considerata un fallo, la seconda lo squalificherà fino alla prossima meta, o, se c’era l’intenzione evidente di ferire la persona, per tutta la partita, non è permesso alcun sostituto.

6. Un fallo è colpire la palla con il pugno, violazione delle regole 3, 4, e come descritto nella regola 5.

7. Se una delle due parti fa tre falli consecutivi, conterà un gol per gli avversari (consecutivi significa senza che gli avversari nel frattempo facciano un fallo).

8. Un gol è fatto quando la palla è lanciata o battuta da terra nel canestro e rimane lì, a condizione che coloro che difendono la porta non tocchino o disturbino la porta. Se la palla si appoggia sui bordi e l’avversario muove il canestro, conta come una meta.

9. Quando la palla va fuori dal campo, deve essere lanciata nel campo di gioco dalla persona che la tocca per prima. In caso di controversia, l’arbitro deve lanciarla direttamente in campo. Il lanciatore ha diritto a cinque secondi; se la tiene più a lungo, la palla va all’avversario. Se una parte persiste nel ritardare il gioco, l’arbitro chiamerà un fallo su quella parte.

10. L’arbitro sarà il giudice degli uomini e annoterà i falli e avviserà l’arbitro quando sono stati commessi tre falli consecutivi. Egli avrà il potere di squalificare gli uomini secondo la Regola 5.

11. L’arbitro sarà il giudice della palla e deciderà quando la palla è in gioco, in campo, a quale squadra appartiene, e terrà il tempo. Deciderà quando una rete è stata fatta, e terrà conto delle reti con tutti gli altri compiti che sono normalmente svolti da un arbitro.

12. Il tempo sarà di due tempi di 15 minuti, con cinque minuti di riposo tra uno e l’altro.

13. La squadra che realizza più gol in questo tempo sarà dichiarata vincitrice. In caso di pareggio, la partita può, con l’accordo dei capitani, essere continuata fino a quando un altro gol viene fatto.

Questo gioco è interessante sia per gli spettatori che per i giocatori e può essere reso abbastanza scientifico da un buon giudizio combinato con una buona coordinazione. Molti buoni punti sono stati segnati da due o tre giocatori che lavorano insieme. Il numero che compone una squadra dipende in gran parte dalle dimensioni del pavimento, ma può variare da tre su un lato a 40. Meno giocatori fino a tre, più scientifico può essere fatto, ma più divertente, e più esercizio per il giudizio rapido. Gli uomini possono essere disposti secondo l’idea del capitano, ma è stato trovato vantaggioso avere un portiere, due guardie, tre uomini centrali, due gregari e un uomo di casa posizionati nell’ordine di cui sopra dalla porta.

Il dovere del portiere e delle due guardie è di impedire agli avversari di segnare. Il dovere del gregario e dell’uomo di casa è quello di mettere la palla nella porta avversaria, e gli uomini centrali devono passare la palla in avanti all’uomo che ha la migliore opportunità, quindi nove uomini sono il numero migliore per una squadra.

È adatto ai ragazzi. Il direttore Finch l’ha introdotto nelle sue classi di ragazzi con apparente successo. Desideriamo che i direttori fisici provino il gioco e segnalino tutti i punti che potrebbero essere modificati.

È inteso che questo gioco dovrebbe essere privo di molta della presunta rudezza del Rugby, e nella definizione delle regole, questo è stato tenuto rigorosamente in considerazione. Se alcune regole sembrano inutilmente severe, si dovrebbe ricordare che il momento di fermare la rudezza è prima che cominci.

Una palestra è delimitata da pareti dure e ha un pavimento abbastanza solido, e per questo motivo, ogni spinta che potrebbe ferire una persona deve essere fermata, ad esempio, quando un uomo alza le braccia per lanciare la palla, un altro potrebbe dargli la spalla, e disabilitarlo, ma se questo viene fermato ci sarà un’intesa che non è permesso. È nell’interesse del direttore fisico che nessun uomo si faccia male nella palestra, così che qualsiasi direttore che la provi dovrebbe far sì che ogni uomo si conformi alle regole, rigorosamente all’inizio, e poi si abituerebbe presto a giocare a palla invece di cercare di ferire il suo vicino, quando non è altro che una zuffa amichevole a cui stanno partecipando.

Gli stessi uomini che sono rudi nel gioco saranno i primi ad opporsi al gioco per questo motivo, perché c’è nella natura dell’uomo che si vendica e il giocatore rude generalmente ha la peggio. Se ce n’è bisogno, lasciamolo giocare come qualsiasi altro gioco di scienza e abilità, allora gli uomini lo apprezzeranno. Ma non c’è né scienza né abilità nel prendere un uomo alla sprovvista, e spingerlo e prendere il suo braccio e tirarlo via quando sta per prendere la palla. Un cane potrebbe fare altrettanto.

Sembra che non ci sia modo di compensare gli avversari per un fallo fatto. Si pensò ad un tiro libero, ma dopo un po’ di pratica, un buon lanciatore poteva convertire in gol quasi ogni volta, a causa dei limiti della palestra ordinaria. Poi l’idea era che tre falli contassero come un gol, e sarebbe stato un deterrente per chi li faceva. Questo è vero perché quando una squadra scopre che un altro fallo conterebbe un gol contro di lei, il fallo in più non viene quasi mai fatto, dimostrando che è possibile giocare senza fare falli.

Se gli uomini non saranno gentiluomini nel loro gioco, è nostro compito incoraggiarli a giochi che possono essere giocati da gentiluomini in modo educato, e mostrare che la scienza è superiore alla forza bruta con un disprezzo per i sentimenti degli altri. L’arbitro sarà quindi responsabile di gran parte della rudezza se la lascia andare senza controllo, ma se è fermo e imparziale nel suo giudizio si guadagnerà il rispetto anche di coloro che soffrono al momento. Consigliamo al direttore di mantenere una buona presa sulla sentenza per un po’ di tempo all’inizio.

L’articolo di cui sopra è tratto dal Triangle Newspaper e viene utilizzato come riferimento.

Il basket avanza

Nel 1895 James Naismith si trasferì a Denver per prendere un posto in una YMCA mentre andava alla scuola di medicina all’Università del Colorado. Dopo aver conseguito la laurea in medicina, Naismith si trasferì in Kansas e divenne il primo allenatore di basket universitario degli Stati Uniti all’Università del Colorado.

Timeline del basket

1891
  • Il basket fu inventato da James Naismith.
1892
  • La prima partita pubblica giocata in Francia in quell’anno.
1892
  • Il basket fu pubblicato sul giornale con le regole del gioco.
1893
  • Anche le donne iniziarono a giocare a basket.
1893
  • Il primo basket universitario fu giocato.
1898
  • Sorge la prima lega professionale chiamata N.B.L. (National Basketball League).
1898
  • James Naismith si trasferisce alla Kansas University per diventare il primo allenatore di basket del college.
1906
  • Canestri in metallo con reti e tabelloni introdotti con un pallone da basket Spalding.
1907
  • La All Black League fu formata a New York.
1909
  • La prima partita internazionale si tenne a Pietroburgo.
1922
  • I Celtics originali erano una squadra che ha girato e giocato con altre squadre fino al 1928.
1922
  • Fondata la prima squadra afroamericana.
La fine degli anni ’20
  • Fu fondata la squadra itinerante degli African American Globetrotters.
1932
  • Viene fondata la FIBA.
1936
  • il basket diventa uno sport olimpico.
1946
  • BAA – fondata la Basketball Association of America.
1949
  • NBL – La National Basketball League viene fondata e alla fine si fonde con la BAA chiamandola NBA – National Basketball Association.
1950
  • Il primo Campionato Mondiale di Basket si è tenuto in Argentina.
1967
  • ABA – American Basketball Association con Julius Erivin la Stella della Lega.
1976
  • ABA si fonde con la NBA.

James Naismith ha cambiato il mondo

Nel corso degli anni è evidente che il basket ha cambiato la vita di molte persone, tenendo i bambini lontani dalla strada e riunendo giocatori di tutte le diverse religioni e credenze per essere un tutt’uno in campo.

Non so dirvi quante persone ho incontrato attraverso il basket che altrimenti non avrei avuto se non fosse stato per il gioco. Sono un introverso che raramente parla con le persone e cerca di fare amicizia. Ma sul campo, sia che tu conosca qualcuno o meno perché sei nella stessa palestra, lo conosci immediatamente ed è così facile accendere una conversazione e fare subito amicizia.

Il basket sta crescendo ad un ritmo rapido, è il secondo gioco più popolare al mondo con 400 milioni di giocatori che giocano a livello globale. Perché questa crescita? Credo che sia perché questo sport è praticamente libero di giocare e non ci vuole molto per far partire una partita. Ci sono così tanti modi di giocare 1 su 1 o 5 su 5 con le diverse varianti di gioco nel mezzo. Ti presenti in un campo e dici le parole magiche, HEY! WANT TO PLAY?

James Naismith muore

James Naismith è morto nel 1939 a Lawerence Kansas, il 28 novembre. Prima della sua morte, ha potuto vedere la nascita del suo gioco crescere fino a diventare uno sport competitivo giocato da molti paesi internazionali. È stato anche testimone della prima volta che il basket è stato giocato alle Olimpiadi, anche se non è stato giocato al chiuso, ma all’aperto, mentre la medaglia d’oro è stata giocata a Berlino in cui gli Stati Uniti hanno battuto il Canada per 19 a 8.

Il James Naismith Memorial Hall Of Fame si trova nel luogo di nascita di questo sport a Springfield, nel Massachusetts, il cui tema è “The American Game Played Worldwide”.

Il futuro del basket

Credo che il futuro del basket sia luminoso ma sarà molto diverso rispetto al passato. In questo momento, il gioco ha visto un’enorme quantità di tiri da tre per squadra rispetto al passato. Se dovessi fare qualche previsione, non sarei sorpreso se nel prossimo futuro ci fosse una linea da 4 punti.

Il basket deve cambiare con i tempi, credo che presto sarà un gioco da 3pt e layup con una quantità molto piccola di tiri dalla media distanza, sta già succedendo con alcune squadre. I centri stanno tirando più palle da 3 di prima, i giocatori stanno diventando ancora più alti e non stanno giocando all’altezza della loro posizione. Un esempio è Kevin Durant e Kristaps Porzingis che sono entrambi alti circa 7 piedi e giocano da ala piccola o da guardia tiratrice. Questo era inaudito anni fa per la loro altezza.

Il basket di gran lunga, secondo me, è lo sport più divertente del mondo con le trame che diventano più personali ora con i social media. Gli infiniti highlight reel e le schiacciate che sembrano migliorare sempre e non sembrano mai vecchie dopo averle guardate 100 volte.

Si è ora in grado di guardare su youtube il futuro delle giovani stelle del basket e seguirle attraverso i ranghi della scuola superiore, AAU, e il college fino alla NBA. Non c’è niente di meglio.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *