Come una chiesa di Atlanta ha influenzato Martin Luther King, Jr, il movimento per i diritti civili e il senatore entrante Raphael Warnock

L’attivista per i diritti civili Rev. Dr. Martin Luther King Jr. è in piedi sul pulpito e pronuncia un sermone mentre un coro in bianche vesti ascolta sullo sfondo della Ebenezer Baptist Church di Atlanta, Georgia. – Donald Uhrbrock-The LIFE Images Collection/Getty Images

L’attivista per i diritti civili Rev. Dr. Martin Luther King Jr. è in piedi sul pulpito e pronuncia un sermone mentre un coro in bianche vesti ascolta sullo sfondo della Ebenezer Baptist Church di Atlanta, Georgia. Donald Uhrbrock-The LIFE Images Collection/Getty Images

By Olivia B. Waxman

January 14, 2021 1:39 PM EST

Rev. Raphael Warnock ha fatto la storia quando ha vinto il 5 gennaio le elezioni di ballottaggio in Georgia per l’U.S.A. 5 gennaio le elezioni di ballottaggio in Georgia per il Senato degli Stati Uniti e divenne il primo senatore democratico nero del Sud, in una vittoria che aiutò i democratici a riconquistare il controllo del ramo legislativo. L’alta affluenza degli elettori neri che è stata la chiave per eleggere Warnock e il presidente eletto Joe Biden è stata il prodotto di un’accorta organizzazione da parte di attivisti dei diritti di voto delle donne nere come Stacey Abrams e la continuazione di più di un secolo di sforzi per aiutare i neri a esercitare il loro diritto di voto.

Queste vittorie sono particolarmente simboliche dato che la storica vittoria di Warnock è avvenuta una settimana prima del compleanno di Martin Luther King, Jr. il 15 gennaio e la festa federale in suo onore. King, come Warnock, era un pastore della Ebenezer Baptist Church di Atlanta.

Individui precedentemente schiavizzati hanno contribuito a fondare Ebenezer nel 1886, e le sue radici nell’attivismo per i diritti civili sono precedenti a King. Suo nonno, A.D. Williams, è stato il secondo pastore della chiesa, e ha contribuito ad avviare il capitolo di Atlanta della NAACP. Lo storico della chiesa, Benjamin Ridgeway, racconta al TIME che il padre di King, conosciuto come Martin Luther King, Sr., fu uno dei primi sostenitori degli agenti di polizia neri ad Atlanta e della parità di stipendio per gli insegnanti come pastore di Ebenezer. Ma Martin Luther King, Jr. ha contribuito ad elevare il profilo della chiesa sulla scena mondiale.

Ebenezer è la chiesa dove King fu battezzato nel 1929 e lui le diede credito per aver posto le basi del suo successo. King scrisse nel 1950 che la scuola domenicale “mi ha aiutato a costruire la capacità di andare d’accordo con le persone”. È stata la chiesa dove ha servito come co-pastore con suo padre negli anni ’60, predicando anche la domenica di sangue, secondo Ridgeway. Ed è stata la chiesa dove si è tenuto il suo servizio funebre il 9 aprile 1968, cinque giorni dopo l’assassinio di MLK Jr. Nell’era di Black Lives Matter, la chiesa ha anche ospitato i funerali di recenti vittime della brutalità della polizia come Rayshard Brooks.

Migliaia di marciatori funebri riuniti fuori dalla Ebenezer Baptist Church si preparano a camminare per cinque miglia fino al Morehouse College dove un altro servizio per l'ucciso Dr. Martin Luther King, Jr, si terrà il 9 aprile 1968.
Migliaia di marciatori riuniti fuori dalla Ebenezer Baptist Church si preparano a camminare per cinque miglia fino al Morehouse College dove si terrà un altro servizio per l’assassinato Dr. Martin Luther King, Jr. il 9 aprile 1968. – Bettmann Archive
Migliaia di partecipanti alla marcia funebre, riuniti fuori dalla Ebenezer Baptist Church, si preparano a camminare per cinque miglia fino al Morehouse College, dove si terrà un altro servizio per l’assassinato Dr. Martin Luther King, Jr. Bettmann Archive

“È stato un luogo di libertà e aspirazione per molte generazioni”, come Andrew Young, 88 anni, un veterano del movimento dei diritti civili degli anni ’60 e amico di Martin Luther King, Jr, ha spiegato al TIME in una recente telefonata.

Era 64 anni fa questa settimana, a metà gennaio 1957, quando i leader dei diritti civili si incontrarono a Ebenezer per pianificare quello che sarebbe diventato un nuovo capitolo del movimento e formarono la Southern Leadership Conference on Transportation and Nonviolent Integration (SCLC). Stavano “usando lo slancio generato dal successo del boicottaggio degli autobus di Montgomery del 1955-1956 per creare altri movimenti in tutto il Sud”, come ha spiegato l’architetto del movimento per i diritti civili Julian Bond in Julian Bond’s Time to Teach: A History of the Southern Civil Rights Movement.

“La chiesa era l’unico posto che i neri controllavano e possedevano, e nessuno poteva censurarli, così tutte le nostre riunioni di massa si tenevano nelle chiese”, spiega Young. “Tutti i nostri diritti civili, la formazione per la registrazione degli elettori, la maggior parte dei quartieri generali della mia campagna e tutti gli sforzi per ottenere il voto erano nelle chiese. Fino alla schiavitù, la leadership naturale nella comunità nera ha finito per essere i leader religiosi perché erano persone con più coraggio e più fede. Ancora oggi, la politica in un posto come questo può costarti la vita, e i ministri avevano una base nei loro membri e avevano un posto, ma poi hanno avuto la visione e il coraggio e la fede per assumerla”. Nella chiesa, King Sr. diede un appoggio critico al senatore del Massachusetts John F. Kennedy rispetto al vicepresidente Richard Nixon nella corsa alle elezioni presidenziali del 1960. Mentre la famiglia King aveva conosciuto meglio Nixon, JFK aveva fatto impressione chiamando per controllare la moglie incinta di King Jr. Coretta mentre lui era in prigione dopo aver partecipato a un sit-in ad Atlanta.

Secondo il libro di Bond, l’anziano King disse a un pubblico di Ebenezer: “Ci è voluto coraggio per chiamare mia nuora in un momento come questo. Ha il coraggio morale di stare in piedi per quello che sa essere giusto. Ho tutti i miei voti e ho una valigia, li porterò lassù e glieli butterò addosso”. JFK vinse la presidenza con il 70% del voto dei neri. Quel momento e la promulgazione delle leggi sui diritti civili degli anni ’60, come il Civil Rights Act e il Voting Rights Act, contribuirono a spingere i bianchi del sud dal partito democratico a quello repubblicano.

Le lezioni dei sermoni di Martin Luther King, Jr. a Ebenezer, così come molti dei problemi sociali contro cui inveiva, sono ancora attuali.

“Da quando i padri fondatori della nostra nazione hanno sognato questo sogno in tutta la sua magnificenza – per usare una parola grossa che usano gli psichiatri – l’America è stata una personalità schizofrenica, tragicamente divisa contro se stessa”, ha detto dal pulpito il 4 luglio 1965, un mese prima che il Voting Rights Act fosse promulgato, MLK ha invitato l’America a mantenere la sua promessa. “Da un lato abbiamo orgogliosamente professato i grandi principi della democrazia, ma dall’altro abbiamo tristemente praticato l’esatto contrario di questi principi. Ma ora più che mai, l’America è sfidata a realizzare il suo sogno, perché la forma del mondo oggi non permette alla nostra nazione il lusso di una democrazia anemica. E il prezzo che l’America deve pagare per la continua oppressione dei negri e di altri gruppi minoritari è il prezzo della sua stessa distruzione.”

Oltre al solenne lavoro di preghiera e di pianificazione dell’agenda dell’uguaglianza razziale a Ebenezer, Young dice che il suo “miglior ricordo” riguarda il divertimento lì, celebrando il compleanno di King nel 1968.

“Abbiamo avuto l’ultima festa di compleanno del dottor King nel seminterrato di quella chiesa, ed è stata una specie di sorpresa”, dice Young. “King si stava preparando a partire per fare un discorso, e abbiamo detto che dovevamo fare una breve riunione prima che partisse. E quando è entrato, abbiamo fatto una festa di compleanno per lui.”

Cinquant’anni dopo, ad un servizio interreligioso a Baltimora per l’anniversario dell’assassinio di King, Warnock ha detto ai presenti che King avrebbe dovuto predicare a Ebenezer tre giorni dopo essere stato assassinato, e aveva preparato un sermone intitolato “Perché l’America può andare all’inferno.”

Warnock ha riconosciuto che può sembrare duro detto da un sostenitore della resistenza non violenta, ma questo dimostra come la conoscenza comune su MLK tende ad essere ridotta a luoghi comuni asettici.

Coretta Scott King siede con le figlie Yolanda e Bernice durante i servizi funebri privati per suo marito, il defunto Martin Luther King Jr, alla chiesa battista Ebenezer il 9 aprile 1968.
Coretta Scott King siede con le figlie Yolanda e Bernice durante i servizi funebri privati per suo marito, il defunto Martin Luther King Jr. alla chiesa battista Ebenezer il 9 aprile 1968. – Bettmann Archive
Coretta Scott King siede con le figlie Yolanda e Bernice durante i servizi funebri privati per suo marito, il defunto Martin Luther King Jr. alla chiesa battista Ebenezer il 9 aprile 1968. Bettmann Archive

“Quando il dottor King è morto abbiamo fatto risorgere un nuovo Martin Luther King Jr, uno che non ci mette troppo a disagio”, ha detto il 12 aprile 2018. “Era il miglior tipo di patriota perché amava il paese abbastanza da dire al paese la verità. Ora è il momento di dire la verità. Ora è il momento di chiamare la nazione ad essere la migliore, a stare in piedi con l’eccellenza morale … È più grande della politica repubblicana; è più grande della politica democratica.”

Quando gli viene chiesto come pensa che King reagirebbe alla vittoria di Warnock, Young, che è stato il primo deputato nero della Georgia in più di un secolo quando è entrato in carica nel 1973, dice: “Penso che sia felice come potrebbe essere. Ha parlato di ‘Potrei non arrivarci con te, ma la mia gente arriverà alla Terra Promessa'”. Il Senato degli Stati Uniti, era “una delle Terre Promesse che abbiamo indicato”, dice. Sentivamo che la nazione era davvero soffocata in ogni modo dai senatori del Mississippi, della Georgia, del South Carolina. E una delle cose che ci siamo proposti di fare nel 1960 era di riscattare l’anima dell’America e ripristinare la democrazia nel Sud.”

L’appello di King e Warnock alla nazione per essere il suo meglio è ancora più attuale che mai.

Scrivi a Olivia B. Waxman all’indirizzo [email protected]

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *