Gardinaggio FAQ

Utilizza una vanga affilata per scavare ciuffi gestibili completi di radici, e ripiantali immediatamente. Puoi farlo in autunno, ma probabilmente è meglio all’inizio della primavera perché le piante avranno più tempo per stabilirsi.

Prepara l’area di impianto con una generosa aggiunta di materia organica. La Pachysandra terminalis (il tipo più comunemente piantato) si diffonde per mezzo di rizomi, che sono spessi fusti orizzontali sotto la terra. I rizomi hanno dei nodi da cui crescono radici e germogli. Basta controllare i rizomi per trovare i nodi con le radici e dividerli in quel punto. Pianta i rizomi divisi fino a 30 cm di distanza l’uno dall’altro e annaffia quotidianamente. Pacciamare tra le zolle trapiantate e prevedere di mantenerle ben irrigate durante la prima estate mentre si stabiliscono. Le piante prenderanno piede e riempiranno l’area in un anno o due.

Le talee dei fusti radicheranno rapidamente sia in vaso che messe direttamente nel terreno. Una delle cose belle di questa pianta è che può essere usata in molti posti che altre piante non amano. Quindi trapiantate la pachysandra in quelle parti del giardino dove altre piante non riescono, per esempio dove il terreno è acido o ci sono pendii ripidi. Anche le zone in ombra possono essere popolate e diventare verdi.
La pachysandra è resistente oltre che attraente. Può essere invasiva, quindi fate attenzione a piantarla vicino a zone dove non volete che si diffonda.

Per consigli su una varietà di argomenti di giardinaggio, consultate le nostre Guide di informazioni sulle piante.
– Per gentile concessione del NYBG Plant Information Service

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *