Gli esperti dicono che questo è il modo più sicuro di trasporto durante COVID-19

Come la pandemia di coronavirus infuria nel suo quinto mese di blocchi ed eventi annullati, la domanda repressa ha molti chiedendo circa il modo più sicuro di viaggiare, tra le opzioni che fanno il più senso ora. Condé Nast Traveler ha consultato esperti di medicina, viaggi e statistica per valutare i rischi relativi quando si viaggia con le compagnie aeree commerciali, Amtrak e auto private durante questa pandemia – e sono in gran parte d’accordo su quali scelte sono migliori.

Vale la pena notare che queste raccomandazioni presuppongono la parità tra le scelte. Per esempio, alcuni potrebbero non avere il tempo di guidare, mentre altri potrebbero non avere i soldi per volare, e naturalmente non è un’opzione prendere un treno dalla California alle Hawaii. Ma per i viaggiatori in grado di scegliere tra i tre, gli esperti possono aiutarti a decidere il metodo di trasporto con cui ti senti più a tuo agio.

Vedi altro

Viaggiare o non viaggiare

Prima di tutto: devi determinare chi dovrebbe viaggiare, e se il viaggio è addirittura necessario. L’Organizzazione Mondiale della Sanità fornisce consigli dettagliati sui “viaggi essenziali” ed elenca coloro che dovrebbero rimandare o cancellare i viaggi, compresi i viaggiatori più anziani e quelli con malattie croniche, condizioni di salute sottostanti e diagnosi confermate di COVID-19. Inoltre, la pagina “Considerazioni per i viaggiatori-Coronavirus negli Stati Uniti” del Centers for Disease Control afferma che: “I viaggi aumentano le possibilità di contrarre e diffondere il COVID-19. Le persone a più alto rischio di malattia grave devono prendere ulteriori precauzioni.”

“Penso che stiamo ancora imparando molto sulla capacità di questo virus di trasmettere l’infettività, in più la diffusione dell’infezione pre-sintomatica è scoraggiante”, dice Chris Hendel, un ricercatore medico di lunga data associato all’USC Gehr Family Center for Health Systems Science and Innovation.

Quelle che seguono sono suddivisioni applicabili a tutte e tre le modalità di viaggio: aereo, ferrovia e autostrada.

I pro e i contro dei viaggi aerei

Il rischio di contrarre il virus quando si viaggia in aereo inizia all’aeroporto. Il CDC nota sul suo sito web che “il viaggio aereo richiede di passare del tempo nelle linee di sicurezza e nei terminal dell’aeroporto”, il che “può portarti a stretto contatto con altre persone e con superfici toccate frequentemente”. Una volta a bordo dell’aereo, il distacco sociale potrebbe essere difficile, a seconda della politica della compagnia aerea. Sui voli affollati, dove si potrebbe dover stare seduti a meno di due metri per ore, le possibilità di rischio di esposizione potrebbero salire.

Ma ci sono anche buone notizie. “La maggior parte dei virus e altri germi non si diffondono facilmente sui voli a causa del modo in cui l’aria circola e viene filtrata sugli aerei”, secondo il CDC. Questo perché la maggior parte dei velivoli delle flotte delle compagnie aeree hanno filtri HEPA (high-efficiency particulate air) di alta qualità che possono rimuovere fino al 99,999% delle particelle trasportate dall’aria. Questo fornisce una protezione estremamente efficace, ma non perfetta, contro i virus trasportati dall’aria. Il contatto ravvicinato tra coloro che sono a bordo nei corridoi o durante l’imbarco, soprattutto se alcuni piloti non indossano maschere, può significare l’esposizione quando i passeggeri dell’aria espirano e, potenzialmente, anche al virus.

Complicando queste preoccupazioni è che il Dipartimento dei Trasporti degli Stati Uniti non è riuscito a imporre alcun regolamento per i viaggi aerei commerciali a livello nazionale. A luglio il DOT ha pubblicato una serie di 44 pagine di raccomandazioni per i viaggi aerei commerciali, ma poiché queste sono solo suggerimenti e non applicabili, gli aeroporti della nazione, le compagnie aeree e i passeggeri sono lasciati con un patchwork di regole opt-in diverse e inefficaci. In termini pratici, questo significa che le politiche delle compagnie aeree sulla copertura del viso variano, e in alcuni casi non sono applicate. I membri del Congresso, i sindacati degli assistenti di volo e dei piloti, così come i sostenitori dei passeggeri stanno chiedendo al DOT di rendere obbligatori protocolli uniformi, e Consumer Reports ha lanciato una petizione che ha più di 60.000 firme.

Inoltre, tra le quattro maggiori compagnie aeree della nazione, attualmente due – Delta e Southwest – stanno bloccando i posti centrali. Ma le altre due – American e United – non li bloccano. Ad aggiungere confusione è il fatto che tali politiche di posti a sedere variano anche tra i vettori più piccoli e stranieri.

Questo è particolarmente importante perché un recente studio del dottor Arnold Barnett, professore di statistica al Massachusetts Institute of Technology, ha trovato che sugli aerei a reazione degli Stati Uniti, “il rischio di contrarre il COVID-19 da un passeggero vicino è circa 1 su 4.300.” Sugli aerei con sedili centrali bloccati, “quel rischio scende a circa 1 su 7.700”, dice lo studio. Infatti, i rischi di mortalità da coronavirus per i viaggiatori aerei sono ora “considerevolmente più alti” della minaccia di un incidente aereo, secondo lo studio di Barnett, una conclusione piuttosto sorprendente considerando la solita sicurezza statistica del volo commerciale.

Gli uccelli che volano in formazione dietro un treno
I treni hanno alcuni vantaggi in termini di sicurezza rispetto agli aerei.

Massimo Zen

I pro e i contro dei viaggi in treno

Amtrak offre vantaggi per la salute che le compagnie aeree non possono. Molte stazioni sono all’aperto, ci sono meno colli di bottiglia per il check-in e nessun controllo di sicurezza. Anche così, il CDC avverte che “viaggiare su autobus e treni per qualsiasi lunghezza di tempo può comportare seduti o in piedi entro sei piedi di altri.”

La scorsa settimana un team di ricercatori della Cina e del Regno Unito ha pubblicato una lunga analisi del rischio di trasmissione di COVID-19 tra i passeggeri dei treni. “Il nostro studio dimostra che, sebbene ci sia un aumento del rischio di trasmissione di COVID-19 sui treni, la posizione del sedile di una persona e il tempo di viaggio in relazione a una persona infetta possono fare una grande differenza sul fatto che venga trasmesso”, ha scritto il ricercatore principale dello studio, Shengjie Lai dell’Università di Southampton.

In questo senso, Amtrak ha già un vantaggio rispetto alla maggior parte degli aerei commerciali poiché non ci sono posti centrali sui suoi treni. E una nuova iniziativa sui treni riservati di Amtrak è che le prenotazioni sono limitate, in modo che i passeggeri che viaggiano da soli avranno un posto adiacente vuoto. Inoltre, Amtrak – come molte compagnie aeree – dichiara di aver adottato misure come una maggiore pulizia e l’obbligo di coprirsi il viso per i passeggeri e l’equipaggio.

Jim Mathews, presidente e amministratore delegato della Rail Passengers Association, nota che una carrozza Amtrak cambia l’aria circa 12-15 volte all’ora, e fornisce 15 libbre di aria fresca al minuto per passeggero; anche la distanza sociale e le maschere sono fattori critici. Nel complesso, Mathews è ottimista. “Siamo ragionevolmente fiduciosi che le misure di Amtrak saranno efficaci, a condizione che vengano effettivamente seguite.”

I pro e i contro dei viaggi in auto

Quando si tratta di guidare, il vantaggio ovvio è che puoi controllare chi entra nel veicolo con te. Ma il CDC avverte che ci potrebbero essere altri rischi imprevisti. “Fare fermate lungo la strada per la benzina, il cibo o le pause per il bagno può mettere voi e i vostri compagni di viaggio a stretto contatto con altre persone e superfici”, nota l’agenzia. Detto questo, la propria auto può fornire molta più protezione rispetto alle forme di trasporto pubblico, supponendo che si viaggi con membri della famiglia o altri che sono stati controllati o controllati.

Ma se non è la tua auto? Nel caso dei veicoli a noleggio, le grandi aziende come Avis, Enterprise e Hertz si sono tutte impegnate a migliorare la pulizia e la distanza sociale al momento del check-in. Enterprise dettaglia 21 parti separate dell’automobile che sono igienizzate, dagli specchietti ai portabicchieri.

Quale forma di trasporto è il modo più sicuro di viaggiare?

Barnett, il professore del MIT, ha ampliato la sua analisi dei posti centrali vuoti delle compagnie aeree formulando uno studio statistico sui viaggi in auto, esclusivamente per Traveler. “Supponendo che il conducente e i passeggeri non abbiano COVID-19, il rischio di mortalità di un viaggio di 1.000 miglia deriverebbe da incidenti automobilistici”, dice. “Supponendo che coloro che volerebbero siano guidatori relativamente sicuri, una stima del rischio legato alle morti in auto negli Stati Uniti per miliardi di miglia percorse nel 2018 sarebbe di circa una su tre milioni. Questo è inferiore al rischio di morte legato al COVID associato a un volo di 1.000 miglia, che io stimo come 1 morte su 600.000 passeggeri se l’aereo è pieno per 2/3. L’enorme vantaggio in termini di sicurezza di volare per 1.000 miglia senza scalo piuttosto che guidare, pre-COVID, è scomparso a partire da agosto 2020.”

Hendel dell’USC è d’accordo. “Se devi – e puoi permettertelo – penso che viaggiare in auto sia l’opzione più sicura in questo momento, in parte perché non stai viaggiando con un’altra persona il cui rischio di infezione può essere sconosciuto”, dice. “Essenzialmente non stai condividendo lo spazio di respiro con qualcuno che potrebbe essere infetto. Ma naturalmente, bisogna essere molto cauti nel fermarsi mentre si viaggia in auto. Penso che i viaggi in treno potrebbero avere un vantaggio rispetto ai viaggi in aereo. Indipendentemente da ciò, tutti dovrebbero indossare una maschera sul treno o in aereo.”

E il dottor Karl Neumann, un esperto di viaggi pediatrici e fondatore del sito KidsTravelDoc.com è schietto nel valutare i rischi per i bambini. “L’Amtrak è meglio dei viaggi in aereo, ma i viaggi in macchina sono molto meglio delle linee aeree e dei treni”, dice. “

Altri consigli da considerare

  • Se si viaggia su un qualsiasi mezzo di trasporto pubblico, le prime partenze del giorno sono le migliori, dato che aerei, treni e autobus sono più facilmente disinfettati durante la notte.
  • Porta maschere extra/coperture per il viso, guanti, salviette disinfettanti e disinfettante per le mani (con almeno il 60% di alcol).
  • Su un aereo o un treno, pulisci l’area circostante, compresi braccioli, schienali, tavolini, cinture di sicurezza, bocchette di ventilazione, parabrezza, comandi della luce, ecc.
  • In un’auto a noleggio, pulire i “punti di contatto” come volante, cambio, maniglie e comandi di porte/finestre/sedili, cinture di sicurezza, specchietti, radio e manopole di controllo, visiere, ecc.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *