Perché questo veterinario odia gli ematomi all’orecchio

Vet che esamina l'orecchio del cane's ear

Thinkstock

Ci sono molte malattie più drammatiche, con conseguenze molto più odiose, ma in qualche modo l’umile ematoma all’orecchio ha un modo di infastidirmi come pochi altri disturbi fanno.

Se il vostro animale ne ha avuto uno – o molti, come il mio nel corso degli anni – sarete probabilmente d’accordo che il fenomeno del lembo bulboso conosciuto come ematoma auricolare si colloca tra le condizioni più odiose della medicina veterinaria.

Per il bene dei non iniziati tra voi, lasciatemi spiegare: In questi casi, lo spazio tra la cartilagine dell’orecchio e la pelle sovrastante si separa per accogliere il sangue di un vaso rotto.

In alcuni animali domestici, può apparire innocuo come una piccola bolla sulla punta del padiglione auricolare (chiamato “pinna”), ma può anche raggiungere proporzioni simili a quelle di un pallone, inghiottendo l’intero padiglione, spaventando a morte il proprietario dell’animale nel processo.

Cosa li provoca

Gli ematomi auricolari sono comuni. I cani li hanno, specialmente quelli con le orecchie flosce. Anche i gatti li hanno, anche se meno frequentemente. Anche le persone ne soffrono – anche se raramente, grazie ai nostri padiglioni auricolari piatti contro il cranio.

Il più delle volte, gli ematomi auricolari sono considerati una lesione traumatica. L’orecchio viene scosso vigorosamente, e il vaso si rompe. (Spesso, questo scuotimento ripetitivo della testa e lo sbattere dell’orecchio sono il risultato di un’infezione dell’orecchio o di una malattia allergica della pelle). Può anche accadere quando un animale domestico colpisce inavvertitamente un orecchio contro una superficie dura, come un muro o un tavolino da caffè.

Ma ci sono anche altre cause. Meno spesso, un ematoma dell’orecchio può verificarsi come risultato di un disturbo della coagulazione del sangue. In questi casi, il fallimento del coagulo normale significa che anche un colpo quotidiano all’orecchio può portare ad un pinna pendula.

Perché li odio

OK, quindi abbiamo concluso che questi ematomi sono scioccamente antiestetici. E anche se non sono dolorosi di per sé, un orecchio pesante è molto fastidioso per l’animale afflitto. Tuttavia, vi starete chiedendo perché li detesto così tanto. Dopo tutto, è solo un grande livido. Dovrebbe guarire, giusto?

Se non trattati, gli ematomi dell’orecchio richiedono un tempo ragionevolmente lungo per risolversi – e più sono grandi, più tempo ci vuole. Questo è dovuto ai volumi relativamente grandi di sangue coinvolti e al costante movimento dell’orecchio, specialmente nei cani con orecchie grandi e flosce.

Inoltre, se lasciato a se stesso – gli ematomi auricolari possono guarire da soli – l’orecchio riassorbe il sangue in modo non uniforme, causando quello che di solito viene chiamato “orecchio a cavolfiore”. Non suona bene, vero?

Ecco perché molti proprietari di animali domestici scelgono di far trattare l’orecchio da un veterinario.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *