Sofia Coppola chiama Spike Jonze il suo ‘matrimonio di prova’

Possiamo fare un applauso? Foto: Jamie McCarthy/Getty Images for Marc Jacobs

Sofia Coppola, alla fine del millennio, nel bel mezzo dell’adattamento di The Virgin Suicides, aveva ben altro in mente che il fastidioso matrimonio quando nel 1999 si è messa con il collega Spike Jonze. La vincitrice dell’Oscar e regista di On the Rocks ha recentemente raccontato a Bustle che era “distratta” quando il regista di Her le ha fatto la proposta la notte prima del suo primo giorno di riprese. “Non era il momento di prendere decisioni di vita”, ha spiegato. “Ma stavamo insieme da molto tempo, vivevamo insieme e volevo passare al prossimo.”

I due si sono incontrati durante le riprese del primo video musicale di Jonze – “100%” dei Sonic Youth, co-diretto con Tamra Davis – ma sono rimasti amici per anni prima che diventasse qualcosa di più. La Coppola ha pianificato il matrimonio mentre portava The Virgin Suicides, interpretato da una delle sue muse, Kirsten Dunst, al Festival di Cannes, e si sono sposati poco dopo. (Il film di Jonze, Essere John Malkovich, è andato a Venezia quell’anno). “E’ stato stressante prendere una decisione così importante, perché credo che una parte di me non ci avesse pensato del tutto, anche se stavamo insieme da molto tempo”, ha detto. “

Dal loro divorzio nel 2003, la Coppola ha avuto molto tempo per pensarci, abbastanza per scrivere e dirigere un film con Scarlett Johansson nel ruolo di una donna sposata con un fotografo distratto. (E vincere un Oscar per questo.) Per la Coppola, è stata solo un’altra delle piccole lezioni divertenti della vita. “Dico sempre ai miei figli che non possono sposarsi prima dei 30 anni perché prima devi sapere davvero chi sei”, ha condiviso la saggezza. “Lo considero il mio matrimonio di prova – è stato divertente ed è servito al suo scopo per quel periodo.”

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *