Un fisioterapista spiega come massaggiare i tuoi piedi

Se sei come me e i tuoi piedi hanno sempre bisogno di un po’ di amore in più ma tuo marito non vuole massaggiarli (lo so, vero?) allora è il momento di diventare un po’ creativi. Come corridori i nostri piedi sono occupati, occupati, occupati e prendersi cura di loro con il massaggio è un ottimo modo per prevenire le lesioni e praticare l’auto-cura tra gli appuntamenti di fisioterapia o massaggio sportivo.

Samantha Gries PT, DPT, ATC, CMTPT di InStep Physical Therapy & Running Center ha risposto alle nostre domande sul modo migliore per massaggiare le nostre tenere dita dei piedi e mantenere i nostri piedi forti e senza dolore.

È sufficiente una palla da tennis per massaggiare i piedi a casa? Una pallina da tennis è un buon punto di partenza quando si massaggiano i propri piedi, poiché si trova facilmente in giro per casa ed è poco costosa. Quando si usa una pallina da tennis per massaggiare il piede, si possono usare diverse quantità di pressione per un massaggio più o meno intenso. Per esempio, far rotolare la pallina da tennis tra la parte inferiore del piede e il pavimento in una posizione seduta sarà meno intenso di una posizione in piedi. Quando si usa una pallina da tennis, rotolare dal tallone alle dita dei piedi.

Strumenti aggiuntivi possono essere utili per localizzare o distribuire le pressioni in diverse aree. Le palle da lacrosse, per esempio, possono localizzare la pressione su un’area meglio di una palla da tennis. Foot Rubz è un altro strumento comune per assistere con un auto massaggio del piede. Per i gruppi muscolari più grandi, come i polpacci, si possono usare rulli di schiuma e bastoni. I negozi di corsa locali di solito hanno questi strumenti e ulteriori varianti di questi strumenti.

Se un corridore vuole massaggiare i propri piedi tra un massaggio e l’altro, quali sono le aree chiave su cui concentrarsi? Le aree su cui concentrarsi con un auto massaggio sarebbero la parte inferiore del piede, dal tallone alle dita, perché è qui che si trova la maggior parte dei tessuti molli del piede, compresa la fascia plantare comunemente dolorosa. Potete anche fare un po’ di stretching della parte inferiore del piede avvolgendo la mano sul piede e tirando il piede e le dita verso di voi, come dimostrato in questa immagine.

Siccome molti dei muscoli che attaccano e controllano il piede si trovano nella parte inferiore della gamba, affrontare questi muscoli è importante quando si pensa ai piedi. Perciò, si possono anche massaggiare i muscoli della parte inferiore della gamba o usare un rullo di schiuma o un bastone in tutta la muscolatura della parte inferiore della gamba.

C’è un modo di usare il massaggio per prevenire i temuti crampi nell’arco del piede?

Dottore Gries: L’uso del massaggio per prevenire i crampi ai piedi non è completamente supportato dalla ricerca, ma può essere utile per alcune persone. Tuttavia, se un crampo al piede si verifica, allora il massaggio e lo stretching possono alleviare il dolore. Molti fattori possono giocare un ruolo nello sviluppo dei crampi ai piedi, compreso l’uso eccessivo della muscolatura del piede, lo stato di idratazione, l’equilibrio elettrolitico e la salute vascolare. Una calzatura adeguata può modificare le richieste della muscolatura del piede e quindi ridurre e prevenire i crampi ai piedi.

Quante volte alla settimana si dovrebbero massaggiare i piedi?

Dr: La frequenza di eseguire auto-massaggi ai piedi varia notevolmente da persona a persona. Se sono presenti dolori/problemi ai piedi, allora l’automassaggio quotidiano dei piedi può essere utile, specialmente al risveglio al mattino (anche prima di alzarsi dal letto) e prima dell’attività fisica. Se il dolore ai piedi è presente o meno, è utile fare il foam rolling della muscolatura della parte inferiore delle gambe dopo l’attività fisica per mantenere i piedi sani.

Che altro dovremmo sapere?

Dr: Quando fate gli auto-massaggi, prendete nota di eventuali vesciche, calli, ecc. perché questi sono indicatori di un aumento dello stress in quella particolare zona. La formazione di vesciche e calli può essere segno di calzature, calze o inserti impropri. Anche la biomeccanica individuale del piede e degli arti inferiori porta allo sviluppo dei calli.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *