William ShakespeareSonnets

I sonetti di William Shakespeare
Il testo di ogni sonetto di William Shakespeare è accessibile cliccando sui sonetti di vostra scelta. I più popolari sonetti del Grande Bardo sono i sonetti 018, 029, 116, 126 e 130.

Sonnetti 1 – 10
William Shakespeare Sonetto 01 Dalle creature più belle desideriamo crescere
William Shakespeare Sonetto 02 Quando quaranta inverni assedieranno la tua fronte
William Shakespeare Sonetto 03 Guarda nel tuo bicchiere e di’ il volto che vedi
William Shakespeare Sonetto 04 Bellezza impalpabile perché passi
William Shakespeare Sonetto 05 Quelle ore che con gentile lavoro hai incorniciato
William Shakespeare Sonetto 06 Allora non lasciare che la mano cenciosa dell’inverno deturpi
William Shakespeare Sonetto 07 Ecco in Oriente quando la graziosa luce
William Shakespeare Sonetto 08 Musica da ascoltare, perché senti tristemente la musica?
William Shakespeare Sonetto 09 È per paura di bagnare un occhio di vedova
William Shakespeare Sonetto 10 Per vergogna negare che tu porti amore a qualcuno

Sonnetti 11 – 20
11 Come veloce come tramonti così veloce cresci
12 Quando conto l’orologio che dice il tempo
13 O che tu fossi te stesso, ma l’amore sei
14 Non dalle stelle colgo il mio giudizio
15 Quando considero tutto ciò che cresce
16 Ma perché non fai una via più potente
17 Chi crederà ai miei versi nel tempo a venire
Sonetto 18 di Shakespeare Devo paragonarti a un giorno d’estate?
Sonnetto di Shakespeare 19 Divorando il tempo smussa tu le zampe del leone
Sonnetto di Shakespeare 20 Il volto di una donna con la mano della natura

Sonnetti 21 – 30
William Shakespeare Sonetto 21 Così non è con me come con quella Musa
William Shakespeare Sonetto 22 Il mio bicchiere non mi convincerà che sono vecchio
William Shakespeare Sonetto 23 Come un attore imperfetto sul palcoscenico
William Shakespeare Sonetto 24 Il mio occhio ha suonato il pittore e ha
William Shakespeare Sonetto 25 Lascia che coloro che sono in favore delle loro stelle
William Shakespeare Sonetto 26 Signore del mio amore a cui in vassallaggio
William Shakespeare Sonetto 27 Stanco di fatica, I haste me to my bed
William Shakespeare Sonnet 28 How can then return in happy plight
William Shakespeare Sonnet 29 When in disgrace with fortune and men’s eyes
William Shakespeare Sonnet 30 When to the sessions of sweet silent thought

Sonnets 31 – 40
31 Il tuo petto è caro a tutti i cuori
32 Se sopravvivi al mio giorno ben contento
33 Ho visto molte mattine gloriose
34 Perché hai promesso un giorno così bello
35 Non essere più addolorato per quello che tu hai
36 Lasciami confessare che noi due dobbiamo essere gemelli
37 Come un padre decrepito si diletta
38 Come può la mia Musa volere materia da inventare
39 Oh come il tuo valore con le maniere posso cantare
40 Prendi tutti i miei amori, amore mio, sì, prendili tutti

Sonnets 41 – 50
William Shakespeare Sonetto 41 Quei bei torti che la libertà commette
William Shakespeare Sonetto 42 Che tu l’abbia non è tutto il mio dolore
William Shakespeare Sonetto 43 Quando più ammicco allora i miei occhi meglio vedono
William Shakespeare Sonetto 44 Se la sostanza opaca della mia carne fosse pensata
William Shakespeare Sonetto 45 Gli altri due, aria leggera e fuoco purificatore
William Shakespeare Sonetto 46 Il mio occhio e il mio cuore sono in una guerra mortale
William Shakespeare Sonetto 47 Tra il mio occhio e il mio cuore è presa una lega
William Shakespeare Sonetto 48 Quanto sono stato attento quando ho preso la mia strada
William Shakespeare Sonetto 49 Contro quel tempo, if ever that time come
William Shakespeare Sonnet 50 How heavy do I journey on my way

Sonnets 51 – 60
William Shakespeare’s Sonnet 51 Thus can my love excuse the slow offence
William Shakespeare’s Sonnet 52 So am as the rich whose blessed key
William Shakespeare’s Sonnet 53 What is your substance, di che sei fatta
Canzone di Shakespeare 54 Oh quanto più bella appare la bellezza
Canzone di Shakespeare 55 Non il marmo né i monumenti dorati
Canzone di Shakespeare 56 Dolce amore rinnova la tua forza, non sia detto
Canzone di Shakespeare 57 Essendo tua schiava che dovrei fare se non tendere
Canzone di Shakespeare 58 Che Dio non voglia, che mi fece prima tuo schiavo
William Shakespeare Sonetto 59 Se non c’è nulla di nuovo ma ciò che è
William Shakespeare Sonetto 60 Come le onde fanno verso la riva di ciottoli

Sonnetti 61 – 70
61 È la tua volontà che la tua immagine rimanga aperta
62 Il peccato dell’amor proprio possiede tutto il mio occhio
63 Contro il mio amore sarà come sono ora
64 Quando ho visto dalla mano caduta del tempo deturpato
65 Poiché l’ottone, né la pietra, né la terra, né mare sconfinato
66 Stanco di tutti questi per una morte riposante io grido
67 Ah perché con l’infezione dovrebbe vivere
68 Così la sua guancia è la mappa dei giorni consumati
69 Quelle parti di te che l’occhio del mondo vede
70 Che tu sia biasimato non saranno il tuo difetto

Sonnetti 71 – 80
William Shakespeares Sonetto 71 Non piangere più per me quando sarò morto
William Shakespeares Sonetto 72 O che il mondo non ti incarichi di recitare
William Shakespeares Sonetto 73 Quel tempo dell’anno che puoi vedere in me
William Shakespeares Sonetto 74 Ma sii contento quando quell’arresto cadde
William Shakespeares Sonetto 75 Così tu sei per i miei pensieri come cibo per la vita
William Shakespeares Sonetto 76 Perché i miei versi sono così sterili di nuovo orgoglio
William Shakespeares Sonetto 77 Il tuo bicchiere ti mostrerà come si consumano le tue bellezze
William Shakespeares Sonetto 78 Così spesso ti ho invocato come mia musa
William Shakespeare Sonetto 79 Mentre io solo invocavo il tuo aiuto
William Shakespeare Sonetto 80 O come mi sento svenire quando scrivo di te

Sonnetti 81 – 90
81 O vivrò il tuo epitaffio per fare
82 Ti concedo di non essere stato sposato con la mia musa
83 Non ho mai visto che tu avessi bisogno di dipingere
84 Chi è che dice di più, che può dire di più
85 La mia musa senza lingua nei modi la tiene ferma
86 Era la fiera vela piena del suo grande verso
87 Addio, tu sei troppo caro per il mio possesso
88 Quando sarai disposto a farmi luce
89 Di’ che mi hai abbandonato per qualche colpa
William Shakespeare Sonetto 90 Allora odiami quando vorrai, se mai, ora

Sonnetti 91 – 100
William Shakespeare Sonetto 91 Alcuni si gloriano della loro nascita, altri nella loro abilità
William Shakespeare Sonetto 92 Ma fai del tuo peggio per rubarti
William Shakespeare Sonetto 93 Così vivrò, supponendo che tu sia vero
William Shakespeare Sonetto 94 Loro che hanno potere di far male, e non ne faranno nessuno
William Shakespeare Sonetto 95 Quanto dolce e bella rendi la vergogna
William Shakespeare Sonetto 96 Alcuni dicono che la tua colpa è la gioventù un po’ di lascivia
William Shakespeare Sonetto 97 Quanto è stata simile a un inverno la mia assenza
William Shakespeare Sonetto 98 Da te sono stato assente in primavera
William Shakespeare Sonetto 99 La viola avanzata così ho rimproverato
William Shakespeare Sonetto 100 Dove sei tu musa, that thou forget’st so long

Sonnetti 101 – 110
101 O musa assente, quale sarà la tua ammenda
102 Il mio amore è rafforzato, anche se più debole in apparenza
103 Alack what poverty my muse brings forth
104 To me, bella amica, non potrai mai essere vecchia
105 Che il mio amore non sia chiamato idolatria
106 Quando nella cronaca del tempo sprecato
107 Non le mie paure, né l’anima profetica
108 Ciò che è nel cervello che l’inchiostro può caratterizzare
109 Non dire mai che sono stato falso di cuore
110 Ahimè è vero, I have gone here and there

Sonnets 111 – 120
111 William Shakespeare Sonnet O for my sake do you with fortune chide
112 William Shakespeare Sonnet Your love and pity doth th’impression fill
113 William Shakespeare Sonnet Since I left you, il mio occhio è nella mia mente
114 William Shakespeare Sonetto O se la mia mente, essendo coronata da te
115 William Shakespeare Sonetto Quei versi che prima ho scritto mentono
William Shakespeare Sonetto 116 Non lasciarmi al matrimonio delle vere menti
William Shakespeare Sonetto 117 Accusarmi così: che ho scantonato tutto
William Shakespeare Sonetto 118 Come per rendere più acuti i nostri appetiti
William Shakespeare Sonetto 119 Che pozioni ho bevuto di lacrime di sirena
William Shakespeare Sonetto 120 Che un tempo foste scortese ora mi fa amicizia

Sonnetti 121 – 130
William Shakespeare Sonetto 121 ‘È meglio essere vile che vile stimato
William Shakespeare Sonetto 122 Il tuo dono, thy tables, are withing my brain
William Shakespeare Sonnet 123 No, Time, thou shakespeare not boast that I do change
William Shakespeare Sonnet 124 If my dear love were but the child of state
William Shakespeare Sonnet 125 Were’t aught to me bore the canopy
William Shakespear Sonnet 126 O thou, my lovely boy, who in thy power
William Shakespear Sonnet 127 In the old age black was not counted fair
William Shakespear Sonnet 128 How oft when thou, my music music play’st
William Shakespear Sonnet 129 Th’expense of spirit in a waste of shame
William Shakespear Sonnet 130 My mistress’ eyes are nothing like the sun

Sonnets 131 – 140
William Shakespear Sonnet 131 Thou art as tyrannous, so as thou art
132 Thine eyes I love, and they, as pitying me
133 Beshrew that heart that makes my heart to groan
134 So, ora ho confessato ch’egli è tuo
135 Chiunque ha il tuo volere, tu hai la tua Volontà
136 Se l’anima tua ti controlla ch’io m’accosti tanto
137 Tu cieco stolto Amore, che fai ai miei occhi
138 quando il mio amore giura ch’ella è fatta di verità
139 O non chiamarmi a giustificare il torto
140 Sii saggio come tu sei crudele non premere

Sonnetti 141 – 154
141 In fede, non t’amo con gli occhi
142 Amore è il mio peccato, e la tua cara virtù odio
143 Ecco, come una casalinga attenta corre a prendere
144 Due amori ho, di conforto e di disperazione
145 Quelle labbra che la mano d’Amore stesso fece
William Shake-speare – 146 Povera anima, the centre of my sinful earth
William Shake-speare – 147 My love is like a fever, longing still
William Shake-speare – 148 O me, what eyes hath love put in my head
William Shake-speare – 149 Canst thou, O cruel, say I lovee not
William Shake-speare – 150 O, da che potere hai questa potente forza
William Shake-speare – 151 L’amore è troppo giovane per sapere cos’è la coscienza
William Shake-speare – 152 Amandoti sai che sono rinunciatario
William Shake-speare – 153 Cupido si sdraiò accanto al suo marchio e si addormentò
William Shake-speare – 154 Il piccolo Dio dell’amore che giaceva una volta addormentato

I sonetti più popolari!
I sonetti più popolari sono

  • 126 – O tu mio bel ragazzo
  • 130 – Gli occhi della mia amante
  • 029 – Quando in disgrazia con la fortuna
  • 116 – Non lasciarmi alle nozze delle vere menti
  • 18 – Devo paragonarti a un giorno d’estate?

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *